Home NOTIZIE ATTUALITÀ Stelle cadenti, ecco quando vederle: il picco di luglio e agosto

Stelle cadenti, ecco quando vederle: il picco di luglio e agosto

immagine di repertorio

I fortunati che vivono lontani dall’inquinamento luminoso avranno già iniziato a godere di uno degli spettacoli più attesi dell’estate: quello delle stelle cadenti. 

Lo sciame meteorico Delta Aquaridi proveniente dalla costellazione dell’Acquario è attivo dal 12 luglio e proseguirà ad incantare gli appassionati e i romantici fino al 19 agosto. Il picco massimo della pioggia di stelle cadenti si avrà nella notte tra il 29 e il 30 luglio

Non sarà però spettacolare come quello del più famoso sciame delle Perseidi, le famose “lacrime di San Lorenzo” e inoltre raramente è visibile dalle latitudini settentrionali. L’orario più favorevole per riuscire a vederlo infine è piuttosto scomodo: bisognerà attendere le ore prima dell’alba per poter sperare di “esprimere un desiderio”.

Le lacrime di San Lorenzo

Di grande soddisfazione come ogni estate sarà lo sciame meteorico delle Perseidi. Chiamato così perché il “radiante”, ovvero il punto dal quale partono tutte le scie sembra essere nella costellazione di Perseo. 

Visibile già dal 17 luglio, darà spettacolo soprattutto nelle notti tra l’11 e il 13 agosto. Le Perseidi in Italia sono note come Lacrime di San Lorenzo perché il fenomeno è tradizionalmente collegato alla notte del 10 agosto intitolata a San Lorenzo martire. Nota anche  come la notte di San Lorenzo.

Lo sciame consiste nei residui lasciati dal passaggio della cometa Swift-Tuttle, attraverso cui la Terra passa periodicamente ogni anno. L’ultimo passaggio della cometa è avvenuto nel 1992, e il prossimo ci sarà nel 2126. 

La direzione e gli orari

Quello che crea la “magia” sono le particelle che entrano in contatto con l’atmosfera. La velocità fa scaldare i gas intorno ai detriti che arrivati a circa 100 km dalla superficie si illuminano creando la scia luminosa. Quest’anno però i picco massimo coinciderà con la luna piena del 12 agosto. Le condizioni per ammirare il cielo stellato non saranno quindi le migliori. La costellazione di Perseo si trova in direzione nord-est. A inizio serata è bassa sull’orizzonte ma si alza durante la notte permettendo di vedere più facilmente le meteore. Anche in questo caso il consiglio è di aspettare le ore prima dell’alba per riuscire a vedere quante più stelle cadenti.

E.