Home NOTIZIE ATTUALITÀ Roma, il sogno di Gualtieri per l’Expo: rigenerare Tor Vergata

Roma, il sogno di Gualtieri per l’Expo: rigenerare Tor Vergata

Roberto Gualtieri, the center-left candidate for Mayor of Rome, reacts while waiting for the outcome of the municipal election, in Rome, Italy, 04 October 2021. Rome, Milan, Naples, Turin and Bologna held municipal elections to elect new mayors and city councils on 03 and 04 October. Roma, 4 Ottobre 2021. ANSA/GIUSEPPE LAMI

C’è Tor Vergata come fulcro della proposta per la candidatura di Roma ad Expo 2030. Il sindaco Roberto Gualtieri, ieri a Dubai per la presentazione del progetto, ha ricordato i quattro capisaldi alla base della bontà della capitale come opzione per ospitare l’evento: storia, verde, innovazione ed inclusione. E ha sciolto le riserve sulla location, confermando le anticipazioni, individuando l’ampia zona contigua al campus universitario di Tor Vergata. L’opportunità è quella di rigenerare un’area da 210 ettari dove insiste la tanto discussa, e incompiuta, Città dello Sport in parte firmata da Calatrava. E per accedere al sito, la prospettiva di un nuovo tram al posto della linea Roma-Giardinetti, e che è stato già ribattezzato “metro G”. Con l’opera, già finanziata e rientrante fra gli obiettivi chiave per il Giubileo, le nuove fermate saranno quasi una decina, di cui tre prossime alla zona individuata per l’Expo. E per convincere tutti Gualtieri ha puntato su un’archistar per la supervisione del progetto: si tratta del professore del Mit Carlo Ratti, già figura chiave nelle due ultime Expo.