Home NOTIZIE CRONACA Castel Giubileo, sgomberata palazzina occupata da 18 persone

Castel Giubileo, sgomberata palazzina occupata da 18 persone

È stata sgomberata nelle scorse ore, a Castel Giubileo, una palazzina occupata da alcune famiglie di etnia rom: 18 persone in totale, 8 minorenni, tutti identificate. Le operazioni, effettuate dagli agenti della Polizia di Stato del III Distretto Fidene Serpentara, diretto da Fabio Germani, sono iniziate alle 8 di mattina, quando gli agenti sono entrati nell’edificio per metterlo in sicurezza: “C’erano 10 maggiorenni che sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per il reato di occupazione di immobile”, spiega a Radio Roma Fabio Germani, dirigente del commissariato Fidene Serpentara.

“I minorenni sono stati gestiti dal servizio sociale – continua Germani – ed è stata riconsegnata la proprietà agli aventi diritto”. L’immobile occupato abusivamente è stato sgomberato in meno di una settimana. All’interno dell’edificio sono stati lasciati materassi, reti e due fornelli da campeggio. Inoltre, erano state rubate le parti in alluminio e rame.

“L’operazione nasce da alcune segnalazioni del comitato di quartiere e quindi dai sistemi di allerta rapida del territorio, dopodiché abbiamo attivato tutti i canali di comunicazione, ovvero raccordandoci con la Polizia locale di Roma Capitale, il terzo gruppo Nomentano, il presidente del Municipio con tutte le competenti di safety, e prontamente abbiamo verificato i reati commessi”, precisa ancora Fabio Germani. Che spiega come evitare casi del genere: “E’ importante che la proprietà privata venga tutelata, in modo privato, con tutti gli strumenti. La questura è a disposizione per un collegamento dei sistemi di videosorveglianza e antintrusione direttamente collegati con la sala operativa: questo è uno dei modi. O sistemi di protezione fisica passiva, che più sono presenti, più ci permettono di intervenire e ci danno un tempo di ritardo utilissimo per permetterci di cogliere in fragranza gli autori del reato. Anche grazie al sistema di allerta rapida, che si basa su segnalazioni al numero unico di emergenza o all’app YouPol, siamo pronti a intervenire in rete, avendo quindi cura di analizzare le singole situazioni socio-assistenziali prima, per intervenire poi dove ci sono dei reati”.

Sul posto, a Castel Giubileo, erano presenti, oltre agli agenti che hanno messo in sicurezza l’edificio, il consigliere municipale Mario Astolfi e il presidente del comitato di quartiere: “Noi come comitato, dal primo giorno, da mercoledì, ci siamo subito attivati per ripristinare la legalità nel nostro quartiere”, racconta Marco Baldinelli.