Home NOTIZIE CRONACA Covid rispetto a ieri è cresciuto l’indice di positività. D’Amato (Lazio): “Non...

Covid rispetto a ieri è cresciuto l’indice di positività. D’Amato (Lazio): “Non dovremmo cambiare colore”

Rispetto a ieri, nelle ultime 24 ore sono stati effettuati altri 310.994 ‘tamponi misti’ (molecolari ed antigenici), che in virtù dei 12.956 nuovi contagi rilevati, oggi ha espresso un indice di positività al 4,16%, leggermente superiore rispetto a ieri.

Ad ogni modo, informa il report quotidiano del ministero della Salute, sono in calo i positivi (non tutti ‘malati’), attualmente 410.111.

Anche oggi la regione maggiormente colpita è la Lombardia (1.849 casi), seguita da Campania (1.635), Puglia (1.063) e Lazio (1.027).

Sempre alto il numero delle vittime, con altri 336 decessi da ieri che portano così a 92.338 il numero dei morti dall’inizio dell’emergenza.

Bene nelle terapie intensive dove, da ieri sono stati dimessi 15 pazienti. Ora nelle rianimazioni vi sono ancora 2.128 pazienti.

Anche nei reparti ordinari ospedalieri nelle ultime 24 ore sono state registrate 232 uscite, lasciando però ancora 19.280 ricoverati con sintomi

Cala ancora il numero di quanti costretti a stare in isolamento domiciliare (attualmente 388.703), mentre da ieri in 3.609 sono tornati ad uscire.

Bene come sempre il trend dei guariti, che da ieri son stati altri 16.467. 

Lazio, “Non ci aspettiamo un cambio colore” afferma D’Amato

Per quel che riguarda invece il Lazio, da ieri sono stati registrati 1.027 i nuovi contagi e ben 51 vittime, con  3.188 guariti.

Complessivamente, sono 44.834 i positivi, con 2.233 ricoverati negli ospedali (260 dei quali nelle terapie intensive) mentre, 44.341 si trovano invece in isolamento domiciliare.

Dal canto suo, illustrando la situazione quotidiana, l’assessore alla Sanità, Alessio D’Amato ha affermato: “Non ci aspettiamo un cambio colore”.

Ad oggi nel Lazio, dall’inizio dell’epidemia, complessivamente sono stati esaminati 215.076 casi, per 164.867 guariti, e 5.375 decessi.

Ecco nel dettaglio la situazione nelle altre regioni italiane

Max