Home POLITICA ECONOMIA Bonus colonnine elettriche 2023, importo, a chi spetta e come fare domanda

Bonus colonnine elettriche 2023, importo, a chi spetta e come fare domanda

Uno dei temi più dibattuti in questi ultimi tempi, nel nostro Paese e in riferimento alle auto, è quello delle famose Colonnine Elettriche e in modo particolare la possibilità di accedere agli incentivi che le riguardano.

In sostanza, il tema è quello dei Bonus delle colonnine elettriche 2023: chi ne ha diritto? E quanto è l’importo, a chi spetta per legge e come fare domanda? Ecco alcune delle domande a cui rispondere.

Bonus colonnine elettriche 2023: cosa fare e come averlo

Il bonus colonnine auto elettriche è stato allungato per tutto il 2023 dal decreto Milleproroghe, ma manca ancora il decreto attuativo che parli delle modalità di richiesta dell’agevolazione.

Dunque ad oggi è fermo il bonus colonnine auto elettriche: il contributo per i privati pari all’80% delle spese per l’acquisto e l’installazione di colonnine e infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici.

Ma quale sarebbe il problema? Andiamo a vederlo.

Bonus colonnine auto elettriche 2023: qual è il problema?

Il bonus colonnine auto elettriche è un vantaggio per i privati voluto dall’ex Ministero per la Transizione Ecologica e prorogato al 2023 dal decreto Mille proroghe.

La misura implica un contributo pari all’80% delle spese per tutte le infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici.

Malgrado il fondo di 40 milioni di euro, manca il decreto attuativo relativo alle modalità di richiesta e di ottenimento del bonus.

Bonus colonnine auto elettriche: chi ne ha diritto, cifra e come si ottiene

Va atteso un intervento del Ministero delle Imprese e del Made in Italy. Il bonus colonnine auto elettriche 2023 prevede un contributo dell’80% delle spese e si struttura in questo modo:

  • infrastrutture di ricarica in corrente alternata di potenza da 7,4 kW a 22 kW inclusi: 2.500 euro per singolo dispositivo
  • infrastrutture di ricarica in corrente continua: 1000 euro/kW fino a 50 kW, 50.000 euro per singola colonnina oltre 50 kW e 75.000 euro per singola colonnina oltre 100 kW.