Home NOTIZIE CRONACA Covid, nel Paese tornano a salire le terapie intensive. A Roma oltre...

Covid, nel Paese tornano a salire le terapie intensive. A Roma oltre 600 casi, ‘D’Amato: “Urge attenzione”

Brutta giornata anche quella di oggi in merito alla situazione Covid nel Paese, nelle ultime 24 ore sono stati infatti eseguiti 358.884 ‘tamponi misti’ (molecolari ed antigenici calcolati insieme), che hanno individuato ben 20.884 nuovi contagi, dai quali è emerso un tasso di positività al 5,8%.

Inoltre, informa ancora il report quotidiano stilato dal ministero della Salute, rispetto a ieri gli attualmente positivi (non necessariamente tutti ‘malati’), con i 6.425 in più da ieri, oggi sono 437.421.

Ricordiamo inoltre che, dall’inizio dell’emergenza sono state contagiate 2.976.274 persone.

Ed è ancora la Lombardia la regione più colpita, con 4.590 nuovi positivi in più da ieri, seguita a ‘ruota’ dalla Campania (2.635), e dall’Emilia Romagna (2.456). Sono invece 5 le regioni che presentano ‘solo’ più di mille nuovi contagi: il Piemonte (1.537), il Lazio (1.520), il Veneto (1.272), la Puglia (1.261), e la Toscana (1.163).

Con 98.635 decessi dall’inizio dell’emergenza, in virtù delle altre 347 vittime in più di ieri, continua purtroppo a crescere a velocità vertiginosa il numero dei morti nel Paese.

Allo stesso modo da alcuni giorni hanno purtroppo ripreso a crescere anche gli ingressi nelle terapie intensive (+84 da ieri) dove, per effetto della media nazionale, ora sono 2.411 le persone ‘assistite’.

Stesso preoccupare trend nei reparti ospedalieri ordinari, con 19.763 ricoverati con sintomi, 193 dei quali ‘accertati’ nel ultime 24 ore.

Dopo diverse settimane anche di ‘corpose’ uscite dall’isolamento domiciliare, con i +6.148 da ieri, ora sono 415.247 gli italiani costretti a dover rimanere chiusi in casa.

L’unica buona notizia di queste ultime 24 ore, è quella relativa al numero dei guariti: 14.068 da ieri.

Nel Lazio meno ricoveri ma aumentano i casi, i decessi e le terapie intensive

Così come nel resto del Paese, anche il Lazio non è purtroppo esente da questa repentina risalita della curva dei contagi.

Nello specifico, ha illustrato poco fa l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato (nella foto), nel consueto ‘briefing’ quotidiano, “Oggi, su oltre 14 mila tamponi nel Lazio, e quasi 23 mila antigenici per un totale di oltre 37 mila test, si registrano 1.520 casi positivi (+332 da ieri), 35  decessi (+6 rispetto a ieri), e 1.491 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 10%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 4%”.

Quindi, dopo aver aggiunto che “I casi a Roma città sono a quota 600“, l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, ha tenuto a rimarcare come  la curva dei casi sia in ascesa, e serve mantenere rigore nei comportamenti”.

Nelle province laziali 517 nuovi contagi e 6 decessi nelle ultime 24 ore

Riguardo poi la situazione nelle province, complessivamente, da ieri si registrano 517 nuovi casi e sei decessi: vediamo nei particolari permettendo che per lo più si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare – o contatto – di un caso già noto:

Asl di Latina – 150 i nuovi contagi e nessun decesso.

Asl di Frosinone – 249 nuovi casi e quattro decessi (di persone di 63, 64, 87 e 88 anni con patologie).

Asl di Viterbo – 79 nuovi casi e nessun decesso.

Asl di Rieti – 39 nuovi casi e due decessi (di persone 60 e 75 anni con patologie).

Max