Home NOTIZIE ATTUALITÀ Turismo, 6 miliardi in fumo per la pandemia. Si spera in Expo...

Turismo, 6 miliardi in fumo per la pandemia. Si spera in Expo e Giubileo

ROMA IN ZONA ROSSA, IL CENTRO DESERTO COLOSSEO

Sei miliardi bruciati dall’inizio della pandemia. Sono i numeri poco rassicuranti che Confcommercio comunica in merito alle perdite del settore turistico, uno di quelli che dall’avvio del primo lockdown ha subito maggiormente il colpo. Eppure, malgrado gli affari siano andati piuttosto a rilento anche durante le festività di fine anno, dei timidi segnali di ripresa ci sono. Quello principale è rappresentato da una crescita delle assunzioni nel settore terziario, più 15mila lavoratori nella sola città di Roma che stanno ad indicare, con certezza, anche una maggiore necessità di far fronte alla domanda turistica della Capitale. I più ottimisti avranno comunque già guardato in questa direzione nel notare una buona affluenza di turisti, nei giorni di Natale, presso i luoghi più iconici dell’Urbe. Ma sono i dati del terzo trimestre del 2021 a restituire risposte più concrete, con un +33% che testimonia un netto miglioramento per le aziende. Le perdite stimate per il settore sono però troppo importanti per sperare di risanarle con le poche giornate di festa. In questo senso, due sono le grandi opportunità per ripartire: una rappresentata dall’Expo, l’altra dal Giubileo. Saranno fondamentali però le opere e gli interventi da realizzare per dotare Roma di tutte le risorse necessarie per accogliere turisti e pellegrini.