Home NOTIZIE CRONACA Nel Lazio la campagna vaccinale inizia a dare esiti positivi: meno  casi,...

Nel Lazio la campagna vaccinale inizia a dare esiti positivi: meno  casi, decessi e terapie intensive

Con 926 nuovi contagi e 34 decessi, anche nel Lazio – sebbene con lentezza – la situazione va finalmente migliorando ma, come vedremo, non tanto per il buonsenso dei suoi cittadini, quanto per la celerità della campagna di vaccinazione, che ha già assicurato un ‘ombrello’ a una buona fetta degli anziani della regione.

Infatti, intervenendo al termine della quotidiana video-conferenza della task force Covid, l’assessore regionale alla Salute, Alessio D’Amato ha annunciato che “nei prossimi giorni passeremo dalle 30mila alle 40mila vaccinazioni al giorno con l’attivazione di diversi centri vaccinali, a partire dalla vela di Calatrava e Valmontone che lavoreranno con Jhonson&Jhonson”. Inoltre, ha aggiunto D’Amato, “Dal 22 partiremo nelle carceri e apriremo altri tre hub tra cui Porta di Roma“.

D’Amato: “Il vaccino J&J, monodose, rappresenterebbe un notevole salto in avanti”

Quindi, non essendo ancora a conoscenza di quanto riferito dall’Ema che, come per AstraZeneca, c’è la possibilità che anche questo vaccino venga destinato agli over 60, ha affermato ”Auspico che non vi siano limitazioni di età da parte di Aifa per il vaccino Johnson & Johnson, che ci consente di fare un notevole salto in avanti nella campagna vaccinale perché monodose. Ci vengano consegnate le dosi ferme a Pratica di mare”.

D’Amato: “Supereremo le 45mila dosi al giorno. Da lunedì si parte con i 58/59 anni”

Tornando poi alla campagna vaccinale, l’assessore regionale ha anticipato che ”A fine mese arriveremo a oltre 45mila somministrazioni al giorno. Siamo pronti con la rete delle farmacie con cui possiamo raggiungere le 65mila somministrazioni al giorno. Quindi 2 milioni al mese. Quello di cui abbiamo bisogno è la certezza nella consegna delle dosi”. Ed ancora, ”Speriamo che venga ‘liberato’ il J&J. Ci sono duemila dosi ferme a Pratica di Mare da molti giorni. Ne abbiamo bisogno. Da lunedì alle 24 partiranno le prenotazioni 58-59 anni“.

D’Amato: Diminuiscono i casi, i decessi e le terapie intensive, ma aumentano i ricoveri”

Entrando poi nel merito della situazione coronavirus nella regione, l’assessore ha informato che “Per il secondo giorno consecutivo siano sotto i mille casi. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 6%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 2%”. Inoltre, nella Capitale, ha aggiunto, “Sono 500 i nuovi casi”.

Il bilancio delle ultime 24 ore raccolto nelle varie Asl capitoline

Nello specifico delle Asl capitoline, considerando che si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto:

Asl Roma 1 – 232 nuovi casi e 7 i decessi (con patologie).

Asl Roma 2 – 240 nuovi casi 10 decessi (tutti con patologie).

Asl Roma 3 – 76 nuovi casi e 2 decessi (con patologie).

Asl Roma 4 – 53 nuovi casi e 3 decessi (con patologie).

Asl Roma 5 – 82 nuovi casi e 3 decessi (con patologie).

Asl Roma 6 – 53 nuovi casi e 3 decessi (con patologie).

Il bilancio delle ultime 24 ore raccolto nelle varie Asl provinciali

Qui si registrano 190 casi e sei decessi nelle ultime 24 ore. Premesso che anche in questo caso si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto:

Asl di Latina – 50 nuovi nuovi casi e 3 decessi (58, 74 e 77 anni con patologie).

Asl di Frosinone – 81 nuovi casi e 2 decessi (56 e 79 anni con patologie).

Asl di Viterbo – 36 nuovi casi e nessun decesso registrato.

Asl di Rieti – 23 nuovi casi e 1 decesso (78 anni con patologie).

Ricordiamo infine che, attualmente nel Lazio vi sono 49.176 persone positive, con 2.782 ricoverati ospedalieri, 353 dei quali nelle terapie intensive mentre, in isolamento domiciliare si trovano ancora 46.041 persone.

Dall’inizio dell’epidemia in tutto il territorio regionale sono stati esaminati ben 312.354.casi, contati 255.816 guariti, e registrati purtroppo 7.362 decessi.

Nel Paese tasso di positività al 4,1%: 12.074 i nuovi contagi, 390 i decessi. Calo nelle terapie intensive

Max