Home NOTIZIE CRONACA Guasto metro A, Patanè: “Ci scusiamo per il disagio, ma non prendiamo...

Guasto metro A, Patanè: “Ci scusiamo per il disagio, ma non prendiamo lezioni”

OBBLIGO DI GREEN PASS SUI MEZZI PUBBLICI, METRO, SCALE MOBILI

Dalle 6.30 alle 11 di questa mattina metà linea della metro A è rimasta ferma a causa di un guasto che Atac ha poi spiegato essere dovuto alla rottura di un feeder. Quella di oggi, martedì 24 gennaio, è stata una mattina di disagi per i pendolari romani che hanno dovuto trovare soluzioni alternative alla metro A per spostarsi in città.

Un episodio per il quale l’assessore alla Mobilità Eugenio Patanè si è scusato in una nota: “Ci scusiamo con i cittadini romani e con i pendolari per i disagi di questa mattina causati da un guasto alla rete elettrica sulla Metro A”. L’assessore però aggiunge: “Non possiamo però possiamo prendere alcuna lezione da chi ha lasciato la città e le infrastrutture di trasporto in queste macerie”.

Aggiunge Patanè: “Siamo al lavoro tutti i giorni per riportare alla normalità un servizio di trasporto pubblico lasciato da chi ci ha preceduto in condizioni da terzo mondo, basti pensare che non era stata fatta la revisione dei treni per le Metro A e B e non erano stati stanziati i fondi per poterle fare sui treni di Metro C. Grazie al lavoro di questa amministrazione è partita la manutenzione straordinaria sulla Linea A per il rifacimento completo dell’armamento, delle banchinette, dei sistemi antincendio, di segnalamento e della rete elettrica e sono stati impegnati i fondi del Giubileo per riqualificare tutte le stazioni della Metro A.”.

E ancora: “Abbiamo permesso ad Atac di uscire dal concordato preventivo; ottenuto la proroga del Ministero per i treni senza revisione, salvando di fatto la Metro A, e l’approvazione nel Decreto infrastrutture della proroga per le revisioni dei treni delle Metro B e C con lo stesso meccanismo di metro A”, conclude l’assessore.

G.