23.9 C
Roma

Emergenza librerie a Roma e nel Lazio: a rischio 1500 lavoratori

Una crisi senza precedenti sta colpendo il settore librario nella capitale e nella regione circostante, con centinaia di librerie che rischiano di chiudere i battenti in modo definitivo. Guido Ciarla, presidente del SIL, il Sindacato Italiano Librai di Roma e del Lazio affiliato alla Confesercenti, ha lanciato l’allarme, sottolineando l’urgente necessità di intervento da parte delle istituzioni per salvare il settore.

I dati preoccupanti sulle librerie a rischio chiusura

Secondo i dati raccolti dall’Associazione Italiana Editori (AIE) nel primo trimestre del 2024, l’editoria italiana ha subito una contrazione significativa nelle vendite, registrando un calo del 4,1% rispetto all’anno precedente.

Questo trend negativo si riflette anche sul numero di copie vendute, con una diminuzione del 4,8% nello stesso periodo.

Le conseguenze occupazionali della crisi delle librerie

La diminuzione delle vendite ha conseguenze dirette sull’economia locale e sull’occupazione.

Ciarla sottolinea che il calo del fatturato comporta una minore redditività per le imprese del settore, mettendo a rischio la sopravvivenza stessa delle librerie e causando una riduzione del personale impiegato.

Si stima che solo a Roma e nel Lazio siano oltre 450 le librerie a rischio chiusura, con più di 1500 addetti coinvolti.

La richiesta di intervento alle istituzioni

Di fronte a questa emergenza, il SIL Confesercenti chiede un maggiore impegno da parte delle istituzioni locali e regionali.

Si auspica un intervento immediato per sostenere il settore librario, compresa la convocazione di incontri con le autorità competenti per pianificare azioni di sostegno concrete.

Per affrontare efficacemente la crisi, il presidente Ciarla propone diverse misure, tra cui l’adozione di una nuova legge di filiera che riconosca il valore del lavoro dei librai e favorisca la promozione della lettura.

Si richiede inoltre il ripristino del bonus biblioteche, il finanziamento del tax credit per le librerie e una revisione dei criteri di accesso alla Carta del Merito Giovani.

Infine, si auspica l’approvazione di una legge sulla distribuzione del testo scolastico che protegga le librerie e le cartolibrerie da pratiche di concorrenza sleale e offra un aiuto concreto alle famiglie.

ULTIME NOTIZIE

Il Quartiere Coppedè

Il Quartiere Coppedè, il più intrigante e misterioso dei quartieri romani. I simboli del Coppedè Con...

SPECIALE – Grand Prix Storico di Roma, sport e passione allo Stadio dei Marmi

Il bianco brillante dei marmi del Foro Italico ha fatto da sfondo al 3°...

Anna Magnani, icona della cinematografia mondiale ed immagine della Città Eterna: da 10 anni si rinnova il suo mito attraverso un prestigioso Premio

Quando, il 26 settembre del 1973, ad appena 65 anni dovette arrendersi ad un feroce tumore...

Anzio, avvicinano anziani al centro commerciale e li derubano: arrestate 2 ragazze. Caccia alle complici

Avvicinavano gli anziani in visita al centro commerciale di Anzio e con la scusa...

Continua a leggere su radioroma.it

NOTIZIE CORRELATE

Il Quartiere Coppedè

Il Quartiere Coppedè, il più intrigante e misterioso dei quartieri romani. I simboli del Coppedè Con...

Anzio, avvicinano anziani al centro commerciale e li derubano: arrestate 2 ragazze. Caccia alle complici

Avvicinavano gli anziani in visita al centro commerciale di Anzio e con la scusa...

Roma, 3 milioni per ristrutturare oltre 100 bagni pubblici: via libera al progetto

Bagni pubblici decorosi per turisti e romani. In vista del Giubileo un dovere per...