Home NOTIZIE CRONACA Roma, donna molestata in pieno centro: salvata dai turisti che la sentono...

Roma, donna molestata in pieno centro: salvata dai turisti che la sentono urlare

Palpeggiata e molestata in pieno centro a Roma. E’ successo a una 40enne che la sera dello scorso 30 agosto ha vissuto momenti di terrore nel cuore della Capitale mentre tornava a casa. La vicenda è riportata oggi dal quotidiano Leggo. La donna italiana stava camminando in via Barberini quando alle 20 circa è stata assalita dall’aggressore che l’ha molestata, abbracciata e strattonata per tirarla a sé. L’uomo avrebbe anche provato a trascinarla in una stradina laterale. La donna ha tentato di divincolarsi e scappare, ma il molestatore ha continuato a braccarla passo dopo passo. 

Le urla della vittima hanno richiamato l’attenzione di alcune persone, un gruppo di turisti, che erano alla fermata dell’autobus e sono immediatamente accorse in soccorso. Sono riusciti così a mettere in salvo la donna mentre sul posto arrivavano i carabinieri che hanno bloccato l’uomo mentre tentava di fuggire. Portato in caserma l’aggressore un cittadino indiano di 38 anni, senza fissa dimora, è stato poi denunciato a piede libero con l’accusa di violenza sessuale.

Bordoni (Lega): “Roma continua ad essere pericolosa, sporca, degradata”

Per Davide Bordoni, dirigente della Lega nella Capitale è “inaccettabile che l’aggressione sessuale ai danni di una donna italiana avvenuta in pieno centro a Roma sia passata sotto silenzio per una settimana”.

“L’aggressore, un uomo di origini indiane ubriaco, è stato arrestato, la donna salvata dai turisti. La nostra capitale continua ad essere una città pericolosa, sporca, degradata. Per la Lega – sottolinea Bordoni – la sicurezza e il decoro delle nostre città restano al primo posto, la protezione e la sicurezza delle donne non sono negoziabili. Dobbiamo investire di più nelle tecnologie, accendere più telecamere, assumere e investire più risorse nelle nostre forze dell’ordine. Basta con il buonismo dei perbenisti. Servono pene più severe per chi molesta le donne, per chi stupra o spaccia, e se a delinquere sono immigrati irregolari vanno espulsi immediatamente dal nostro Paese”, conclude. (g.e.)