26.1 C
Roma

Bancarotta fraudolenta e riciclaggio: 2 arresti e sequestro beni 7 milioni a Roma

Bancarotta fraudolenta e riciclaggio. Sono alcune delle accuse di cui dovranno rispondere due persone arrestate dalla Guardia di Finanza di Roma nell’ambito di un’indagine sul fallimento di una azienda di commercio al dettaglio di abbigliamento.

Bancarotta fraudolenta e riciclaggio: 2 arresti e sequestro beni 7 milioni a Roma

Su delega della Procura capitolina, i finanzieri hanno eseguito, nella provincia di Roma, un’ordinanza di custodia cautelare e la misura interdittiva del divieto di esercitare imprese nei confronti di 2 persone per le ipotesi di bancarotta fraudolenta, ricorso abusivo al credito, riciclaggio e autoriciclaggio. Eseguiti inoltre due distinti decreti di sequestro preventivo finalizzato alla confisca di beni per oltre 7 milioni di euro.

Il fallimento dell’azienda di abbigliamento

Le indagini, svolte dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria, hanno riguardato il fallimento di una azienda attiva nel settore del commercio al dettaglio di abbigliamento che aveva generato un debito erariale di oltre 20 milioni di euro.

Leggi anche: Roma, tenta di dar fuoco al benzinaio ‘armato’ di accendino: bloccato

Gli investigatori hanno così raccolto gravi indizi sull’esistenza di una rete di società riconducibile a un dominus e a un suo stretto collaboratore. I due con l’aiuto anche di prestanome, avrebbero gestito le attività economiche in spregio delle vigenti normative tributarie.

Super fatturazione per ottenere finanziamenti milionari

Nel dettaglio, le realtà aziendali in questione sarebbero state utilizzate allo scopo di generare una vorticosa fatturazione nei confronti della società fallita nella prospettiva di ottenere dal sistema bancario, sulla base di bilanci inattendibili e artefatti, finanziamenti milionari.

L’analisi finanziaria condotta dai militari ha consentito di rilevare distrazioni di denaro dalle casse aziendali per oltre 5 milioni di euro. Di questi circa 2 milioni di euro sarebbero stati trasferiti e reimpiegati in attività economiche del principale indagato. Altri 800 mila euro sono stati trasferiti al coniuge per sottoscrivere due polizze vita attraverso società riconducibili all’indagato.

ULTIME NOTIZIE

Slovacchia-Ucraina, le probabili formazioni

La clamorosa vittoria contro il Belgio mette il pass per gli ottavi di finale,...

Regione Lazio, parte il bando Energia per le Pmi

Regione Lazio, parte il bando Energia per le Pmi: 40 milioni di euro per...

UEFA EURO 2024, il programma del 21 giugno

UEFA EURO 2024, il programma di giornata Si chiude con l'amarezza della sconfitta azzurra la...

Luis Alberto: “Addio? Il rapporto con il presidente non mi ha aiutato”

Luis Alberto: "Avevo compreso la fine del mio ciclo alla Lazio" Luis Alberto, passato da...

Continua a leggere su radioroma.it

NOTIZIE CORRELATE

Arrestato 57enne che maltrattava il padre anziano: acqua bollente e padellate

Nel quartiere romano di Torre Angela, la polizia ha arrestato un uomo di 57...

Incidente a Roma: donna investita da betoniera in via Somalia

Nel quartiere Africano di Roma una donna è stata investita da una betoniera mentre...

Si tuffa e non riemerge a Nettuno: morto 21enne

Un giovane di 21 anni è morto nel pomeriggio del 20 giugno 2024, sulla...