Home NOTIZIE ATTUALITÀ Globe Theatre: 23mila firme per salvare il teatro

Globe Theatre: 23mila firme per salvare il teatro

Sono già più di 23mila le firme raccolte per salvare il Globe Theatre, il teatro, nato sul modello del Globe Theatre di Londra, e gestito per anni dal leggendario attore Gigi Proietti, che ora rischia di essere abbattuto. Destino al quale si stanno opponendo migliaia di persone, che hanno firmato la petizione lanciata su Charge.org per salvare l’impianto.

A seguito del crollo avvenuto il 22 settembre 2022, durante il quale una scala all’interno del teatro è improvvisamente crollata, il Globe Theatre di Roma è sotto sequestro e ora aspetta di capire il suo destino. Una decisione verrà presa nei prossimi giorni, quando il Campidoglio, la Fondazione Toti e le figlie di Gigi Proietti si incontreranno per capire se ci siano i margini per salvare il teatro.

La notizia del possibile abbattimento del Globe Theatre ha generato polemiche, anche sui social, Lo testimonia il messaggio dell’attore Alessandro Gassmann, che a proposito ha scritto pochi giorni fa: “Leggo che il Globe Theatre di Roma, non potendo essere restaurato, sarà abbattuto. Roma ha perso i suoi teatri più belli: Valle (chiuso da anni) Eliseo (fallito), delle Arti, Cometa (destinato ad altro uso), più tanti altri più piccoli, e ora il Globe. Una Capitale senza teatro perde ricchezza, e non può essere più considerata capitale. Una città abbandonata, che non si ama più”.

Globe Theatre, il testo dell’appello

crollo Globe Theatre2

Sono migliaia le persone che si sono mobilitate per salvare il Globe Theatre, come testimonia la petizione che ha già raccolto più di 23mila firme e che nel testo recita: “Nei prossimi giorni il Campidoglio, la Fondazione Toti e le figlie di Gigi Proietti dovrebbero incontrarsi per stabilire un piano per salvare la struttura anche se l’unica strada possibile all’orizzonte sembra essere l’abbattimento. Forse pianificandone una ricostruzione ex novo.

Un restauro, infatti, potrebbe non essere sufficiente a riaprire la struttura e il costo complessivo dell’opera sarebbe eccessivamente alto. Più alto che pensare a farne uno, stavolta in pianta stabile. Resta da capire chi metterà i soldi e se il progetto potrà partire. Il Campidoglio ha già stanziato oltre 300 mila euro per salvare la stagione teatrale 2023 con la costruzione, quella si provvisoria, dell’ Arena Gigi Proietti Globe Theater, un mini teatro adiacente al Globe. Ora non ci sarebbero altri fondi da investire”.