Home NOTIZIE ATTUALITÀ Bike Parking a Roma, cos’è e come funziona

Bike Parking a Roma, cos’è e come funziona

Parcheggiare le biciclette a Roma, forse, non sarà più un problema grazie a “Bike Parking”, l’innovativa app che ha rivoluzionato il modo in cui i ciclisti possono lasciare in sicurezza le loro biciclette nelle vicinanze delle stazioni della metropolitana. L’app è entrata in funzione il 21 settembre scorso.

Cos’è Bike Parking

bike box parcheggi bici metro roma

Il sistema “Bike Parking” ha introdotto una soluzione intelligente che consente ai ciclisti di lasciare le loro biciclette all’interno di box rettangolari appositamente progettati. Per usufruire di questo servizio, è necessario scaricare l’app “Bike Parking” e registrarsi. Una volta registrati, gli utenti possono controllare la disponibilità dei box e prenotare il proprio posto.

Il servizio è gratuito per i possessori della Metrebus card, la tessera utilizzata per i trasporti pubblici a Roma. Per coloro che non sono in possesso di questa tessera, l’uso del servizio “Bike Parking” è soggetto a pagamento.

In quali stazioni è attivo Bike Parking

Le stazioni della metropolitana coinvolte in questo progetto, riporta Repubblica, sono distribuite in varie zone della città. Tra queste stazioni, troviamo Giulio Agricola, Lucio Sestio, Subaugusta, Porta Furba, Rebibbia, Conca D’Oro, Policlinico, Battistini, Teano, Mirti, Pigneto, Alessandrino, Lodi, Malatesta, Torre Maura, EUR Palasport, EUR Fermi, Ostiense FS/Partigiani, Castro Pretorio, Flaminio, Bologna, S. Agnese/Annibaliano, Subaugusta, Torre Maura e Garbatella.

Il servizio “Bike Parking” ha delle restrizioni temporali per garantire un uso equo e responsabile dei box. Dopo 7 giorni di permanenza, l’utente riceverà un messaggio di avviso. Successivamente, dopo ulteriori 7 giorni (quindi 14 in totale), la bicicletta verrà ritirata da Atac, l’azienda dei trasporti pubblici di Roma, e riposta in un deposito dell’azienda. Dopo altri 7 giorni, l’utente perderà il possesso della bicicletta.