Home NOTIZIE CRONACA Tromba d’aria a Valmontone, danni a case e auto. Evacuate 10 famiglie:...

Tromba d’aria a Valmontone, danni a case e auto. Evacuate 10 famiglie: 2 feriti

Alberi sradicati, case scoperchiate, cancelli abbattuti, pezzi di infissi e calcinacci ovunque. Uno scenario apocalittico quello che ha dovuto affrontare la città di Valmontone dopo essere stata colpita ieri da una tromba d’aria. Il tornado ha colpito intorno alle 17, in diverse parti della città, soprattutto nelle zone di via Gramsci, via Lanna, via Casilina, via Don Alberto Proscio, Colle Belvedere, con un grosso cedro secolare che si è schiantato in via dei Pini. Sono circa 40 le case danneggiate dal passaggio della tromba d’aria. Danni anche alla sede della protezione civile di Valmontone. Il comune ha attivato un’unità di crisi. Dalle prime ore di questa mattina, i tecnici comunali stanno effettuando sopralluoghi per verificare i danni alle infrastrutture pubbliche e alle abitazioni private. 

Evacuate 10 famiglie: 2 feriti

Feriti in maniera non grave una cittadina straniera colpita da una finestra della propria abitazione e un uomo colpito da alcune tegole alla spalla. È stata dichiarata inagibile un’abitazione privata di via Piscarello e di via Colle della Cava dove sono state evacuate 10 famiglie (29 persone in totale), che hanno trovato già sistemazione presso familiari o amici. Sul posto i Carabinieri della Compagnia di Colleferro.

Tetti scoperchiati e pannelli fotovoltaici sono volati sulle strade colpendo alcune auto parcheggiate in strada. A causa della caduta di alcuni rami e alberi in strada è stato necessario interrompere la circolazione stradale in alcuni punti. C’è stata inoltre l’interruzione dell’energia elettrica per un cavo danneggiato dalla caduta di un albero.

La conta dei danni. “Richiesta alla Regione dello stato di calamità naturale”

La conta dei danni è solo all’inizio e il sindaco Alberto Latini è pronto a fare richiesta “alla Regione Lazio per il riconoscimento dello stato di calamità naturale”. Intanto il comune nell’hinterland di Roma ha deciso per la giornata di oggi mercoledì 18 gennaio la chiusura delle scuole. Gli interventi delle squadre dei Vigili del Fuoco di Roma sono proseguiti tutta la notte per la messa in sicurezza di edifici, taglio di rami, rimozione di tegole pericolanti. I pompieri sono sul posto anche questa mattina per valutazioni di staticità e verifiche di alberi pericolanti nella zona di Colle Fontana Vecchia.

Scuole chiuse

Verifiche anche sui plessi scolastici, oggi chiusi con ordinanza comunale, per constatare eventuali danni alle strutture. I tecnici comunali provvederanno questa mattina ad effettuare tutte le verifiche del caso per garantire il rientro in classe, giovedì 19 gennaio, in piena sicurezza.  “Abbiamo messo la sicurezza al primo posto – spiega la vice sindaca Bernabei – è per questo che, per precauzione, abbiamo preferito chiudere le scuole per dare modo ai nostri tecnici di effettuare i sopralluoghi e scongiurare così ogni eventuale rischio alla salute pubblica”.