Home NOTIZIE ATTUALITÀ Roma, rifiuti: Gualtieri ok termovalorizzatore, proteste politiche

Roma, rifiuti: Gualtieri ok termovalorizzatore, proteste politiche

EMERGENZA RIFIUTI ROMA SPAZZATURA IMMONDIZIA

A Roma la Giunta Gualtieri va avanti con termovalorizzatore, ma lo scontro politico non si placa: dalla raccolta firme della Raggi alle proteste del sindaco di Aprilia al nuovo impianto. Quello di Santa Palomba però, potrebbe non essere l’unico. La regione infatti sta pensando ad un altro polo proprio ad Aprilia. Da qui, il no dell’amministrazione Terra.

Per i rifiuti romani, intanto, arriva l’esperta. Si tratta di Simonetta Tunesi. Laureata in Scienze Agrarie all’Università di Bologna, borse di studio e dottorato in Wisconsin, ha lavorato per ministeri e redatto testi scientifici settoriali: gestirà fondi Pnrr, bonifica dei siti contaminati, impatti ambientali dei sistemi industriali, l’analisi del rischio ambientale e il fascicolo termovalorizzatore. In Aula Giulio Cesare però i consiglieri del Movimento 5 Stelle e la Lista Civica Raggi hanno avviato una raccolta firme per dire «bno al termovalorizzatore», acuendo i rischi sugli equilibri tra grillini e Pd.

Alle porte, un possibile incontro tra Gualtieri e Roberta Lombardi, assessore alla Transizione Ecologica nella giunta Zingaretti,per smussare gli angoli su un tema divisivo, al quale si aggiunge la voce del sindaco di Aprilia Terra, che ribadisce il ‘no’ ad un impianto di raccolta del materiale nel territorio di sua competenza, dichiarandosi pronto alle barricate. “Aprilia non accetterà nessuna ipotesi di nuovi impianti. Siamo pronti a tutelare il nostro territorio con ogni mezzo e in ogni sede.