Home PRIMO PIANO Lazio, prenotazione vaccini in tilt all’avvio: oggi situazione rientrata

Lazio, prenotazione vaccini in tilt all’avvio: oggi situazione rientrata

L'assessore Alessio D'Amato: "Un anziano su quattro ha già prenotato prima e seconda dose"

VACCINAZIONI DEL 118 NELL' AMBULATORIO SISP DI NOICATTARO VACCINAZIONE VACCINO VACCINI ANTI COVID-19 CONTRO IL CORONAVIRUS PERSONALE MEDICO SANITARIO OPERATORE OPERATORI SANITARI INIEZIONE SOMINISTRAZIONE

Per chi si aspettava di prenotarsi rapidamente alla vaccinazione anti-Covid nel Lazio si è dovuto ricredere in fretta. Ieri infatti è partita la campagna di prenotazione al vaccino per i circa 470mila over 80 in regione. Una partenza, però, a singhiozzo. Prima lo slittamento dalla mezzanotte di domenica alle 12 del giorno successivo, poi il sito per la prenotazione online, predisposto dalla Regione Lazio, irraggiungibile o estremamente lento e il numero telefonico inattivo. Un caos che ha creato disagi e scatenato proteste sui social.

Guai, però, a parlare di sistema in tilt. Se ci sono stati rallentamenti sono riconducibili “all’alto numero di richieste” e alle tante “persone collegate insieme”, si giustificano in Regione, che ha  ricordato: “Non ci sono click day. I vaccini sono per tutti”.

Dopo i problemi tecnici della prima ora, o della prima giornata per molti, la situazione appare rientrata. Nella mattinata di oggi, martedì 2 febbraio, circa 80mila ultraottantenni sono riusciti a prenotare prima e seconda dose. “Questo significa – rivendica l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato – che dopo solo 24 ore dall’avvio della campagna vaccinale, un anziano su quattro ha già la sua prenotazione e sa dove andare e quando”.