33.5 C
Roma

XII Rapporto Nazionale sull’Economia del Mare

Il mare genera ricchezza, occupazione e innovazione, e non solo d’estate, ma rappresenta una risorsa costante per l’intero Paese. Dalle filiere dell’ittica e la cantieristica, ai servizi di ristorazione e di alloggio, dalle attività ricreative e sportive alle industrie delle estrazioni marine. Sono tanti i settori che contribuiscono alla crescita emersa dal XII Rapporto Nazionale sull’Economia del Mare a cura dell’Osservatorio Nazionale sull’Economia del Mare Ossermare, Centro Studi Tagliacarne – Unioncamere, Informare, Camera di commercio Frosinone Latina e Blue Forum Italia Network che evidenzia come con 227.975 imprese e 1.040.172 di occupati, l’economia del mare in Italia generi un valore aggiunto diretto pari a 64,6 miliardi di euro.

“I numeri sono estremamente positivi. Tutti i valori e il numero degli addetti è cresciuto. Il numero degli indicatori rispetto alla componente diretta è cresciuta. La componente indiretta, cioè il famoso moltiplicatore che prima era 1,7, è diventato 1,8. Le imprese sono stabili, ma quello che è molto importante è che cresce il Sud e si consolida il primato del Sud come imprese dell’economia del mare.” Lo ha detto Giovanni Acampora, presidente Assonautica Italiana, Si.Camera e Camera di commercio Frosinone Latina, in occasione della presentazione del XII Rapporto Nazionale sull’Economia del Mare.

Il consolidamento del Sud nell’Economia del Mare

Il consolidamento del primato del Sud è un dato importante che fa pensare ad una sorta di riequilibrio nazionale. Infatti è proprio nel meridione che si concentra un terzo dell’intero ‘prodotto blu’, un settore, quindi, che sta decollando in ogni suo aspetto e che rispetto al Rapporto del 2023, vede un’ulteriore crescita di quasi un punto percentuale nel valore aggiunto complessivo.

“La blue economy è molto attenzionata rispetto agli anni precedenti. È un’area che guarda molto alla sostenibilità e alla transizione green. Inoltre, è un’economia rivolta soprattutto al Sud del Paese perché un terzo dell’economia è concretizzato proprio nel Mezzogiorno. Dobbiamo coltivare sempre più questo filone che guarda al mare come una risorsa e come un’occasione”. Così Andrea Prete, presidente di Unioncamere, a margine della presentazione del XII Rapporto nazionale sull’Economia del Mare.

“È davvero una sorpresa, una piacevole sorpresa soprattutto per quelle regioni del Mezzogiorno che hanno fatto e continuano a fare fatica per poter riequilibrare la condizione economica e sociale rispetto al Nord. Dobbiamo fare rete, dobbiamo convincerci che nel Mediterraneo cresce la competizione e la concorrenza con i Paesi del Nord Africa e del vicino Medio Oriente, bisogna riqualificare la rete portuale, aggiornarla, elettrificare. C’è tanto da fare, ma il mare come risorsa è già entrata nell’agenda del governo e delle autorità locali e regionali. Questo significa che con un dialogo più concreto, possiamo davvero lavorare per far crescere un settore che conta oltre 1 milione di addetti, circa 230mila imprese e con un valore aggiunto di circa il 10%”. Lo ha detto Nello Musumeci, ministro per la Protezione civile e le Politiche del mare, a margine della presentazione del XII Rapporto nazionale sull’Economia del Mare.

ULTIME NOTIZIE

Ostia Antica Festival 2024, classe e talento puro con Goran Bregovic

Ostia Antica Festival 2024, classe e talento puro con Goran Bregovic al centro di...

Lazio-Triestina, le probabili formazioni

Questa la probabile formazione della Lazio, che scenderà in campo alle ore 18 nell'ultimo...

Lillo e gli AC/HD in concerto a Villa Ada

Un mix tra rock e comicità, per far scatenare e per fare ridere. È...

Trofeo Terminillo Legend Cup: tra calcio e solidarietà

Trofeo Terminillo Legend Cup, in campo il 30 luglio Il campo sportivo d'Altura, "Enrico Leoncini",...

Continua a leggere su radioroma.it

NOTIZIE CORRELATE

Rome Startup Week 2024, anticipazioni dell’evento a settembre

La quarta edizione della Rome Startup Week si terrà al Gazometro di Roma il...

Lazio, al via ‘Il cinema e le Ville tuscolane’: il programma

"Il cinema e le Ville tuscolane, una festa lunga un anno", iniziativa promossa dall’Istituto...

Immobili di lusso, Roma al secondo posto in Italia

Il mercato immobiliare di lusso in Italia si concentra prevalentemente nelle città di Milano...