32 C
Roma

Lazio, Noslin: “Pensavo ci fossero poche possibilità di venire qui”

Le prima parole dell'ex Verona da nuovo giocatore della Lazio.

Lazio, Noslin: “Felice di essere qui e di lavorare con Baroni”

Tijjani Noslin è stato ufficializzato nei giorni dalla società biancoceleste. L’attaccante olandese ha fornito la prima intervista da giocatore della Lazio ai microfoni di Lazio Style Channel. Di seguito le parole riportate da LaLazioSiamoNoi:

Pensavo ci fossero poche possibilità di venire alla Lazio. Pensavo fosse davvero difficile arrivare a un livello del genere, ma fortunatamente sono un giocatore biancoceleste! Ritrovare Baroni è molto importante per me, è stato uno dei motivi per cui ho scelto questo meraviglioso club. Sono felice della sua fiducia e spero di conquistare con lui grandi successi per questo club. Ho grandi obiettivi con questa maglia, soprattutto a livello europeo. Spero di poter crescere molto e di giocare per traguardi importanti. Gli ultimi sei mesi sono stati veloci, per me è stato come andare sulle montagne russe, sono andato alla scoperta di un nuovo paese e i miei ex compagni di squadra e allenatori mi hanno aiutato a crescere. Sono felice di essere riuscito a ripagare la loro fiducia con il mio modo di giocare. Fare il rider? Mi ha insegnato tante cose, prima di tutto a essere grati per quello che si ha. Lavoravo tanto per pochi soldi. Se ad esempio un giorno volevo uscire o semplicemente rilassarmi dovevo comunque lavorare, con qualsiasi meteo. Anche come calciatore ci sono giorni in cui si è davvero stanchi, ma cose come queste mi fanno ricordare che non voglio tornare indietro a fare il rider. Voglio dare il massimo, alzarmi ogni giorno ed essere grato di fare questo meraviglioso lavoro. Quando non gioco cerco di aiutare le persone con i miei amici, mi piace passare il tempo con le persone intorno a me. perché amo la gente in generale. Ecco questo sono io. Non ho un idolo in particolare in questo momento, il mio riferimento è sempre Dio. Come posso trovare il mio riposo? Quello che intendo dire è stare sempre con i piedi per terra ed essere grato per tutto quello che ho, continuando semplicemente questo sogno  che nessuno si aspettava. So che viene tutto dall’alto e sono felice per questo. Numero? Per ora ho scelto il 14 perché gli altri numeri che volevo erano occupati. Magari lo cambierà durante la stagione. Per ora sono davvero contento. In Olanda avevo il 77, il 14 è la somma dei due sette. Ecco perché ho pensato a questo numero. In questi giorni ho avuto modo di sentire Wesley Snejder, era davvero felice per il mio trasferimento alla Lazio. Ora mi è ancora più vicino, stiamo facendo molte cose insieme, mi ha aiutato a diventare un calciatore di questo livello, insieme al mio agente. Provo a dare sempre il meglio. Ai tifosi dico che sono davvero felice di essere qui. Spero che possiate sostenermi perché ho bisogno di voi per raggiungere la miglior versione di me stesso e spero di vincere tanti trofei insieme”.

ULTIME NOTIZIE

Trofeo Terminillo Legend Cup: tra calcio e solidarietà

Trofeo Terminillo Legend Cup, in campo il 30 luglio Il campo sportivo d'Altura, "Enrico Leoncini",...

Rome Startup Week 2024, anticipazioni dell’evento a settembre

La quarta edizione della Rome Startup Week si terrà al Gazometro di Roma il...

Mondo Paralimpico, Arcigli in Thailandia per il Para Table Tennis Training Camp

Mondo Paralimpico, tecnico azzurri impegnato con atleti provenienti da sette Federazioni Il tecnico paralimpico azzurro,...

Max Pezzali in concerto a Roma dal 24 al 26 gennaio

Max Pezzali torna a Roma, dopo il concerto estivo il cantante torna nella Capitale...

Continua a leggere su radioroma.it

NOTIZIE CORRELATE

Trofeo Terminillo Legend Cup: tra calcio e solidarietà

Trofeo Terminillo Legend Cup, in campo il 30 luglio Il campo sportivo d'Altura, "Enrico Leoncini",...

Mondo Paralimpico, Arcigli in Thailandia per il Para Table Tennis Training Camp

Mondo Paralimpico, tecnico azzurri impegnato con atleti provenienti da sette Federazioni Il tecnico paralimpico azzurro,...

Virtus Roma, Zoffoli: “Se dovessimo vincere il campionato pronti giocare la prossima stagione in A2”

Zoffoli: "La Virtus Roma 1960 nasce per dare una squadra ai tifosi" La storica cavalcata...