29.7 C
Roma

Roma, il Tar annulla il divieto di circolazione nei giorni feriali per le auto di interesse storico

Le auto storiche potranno circolare nella zona Ztl fascia verde di Roma. Il Tar del Lazio – con una sentenza di oggi, venerdì 5 luglio – ha infatti accolto il ricorso presentato dalla scuderia romana ‘La Tartaruga’, e da numerose altre associazioni e operatori, contro le ultime Ordinanze del Sindaco di Roma e contro la stessa Deliberazione della Giunta Regionale che prevedevano lo stop alla circolazione delle auto e moto di interesse storico e collezionistico all’interno della zona ZTL fascia verde della Capitale.

Roma, auto e moto di interesse storico: accolto il ricorso

“Il ricorso di noi tutti appassionati di auto e moto di interesse storico e collezionistico”, scrive in una nota la scuderia romana ‘La Tartaruga’ “è stato accolto per l’accertato difetto di istruttoria, deficit motivazionale e, più in generale, per la violazione del principio di proporzionalità degli atti impugnati”.

Il TAR Lazio, con la sentenza pubblicata oggi, ha ribadito che “i mezzi di interesse storico e collezionistico rappresentano un bene di rilevanza culturale, pertanto assoggettato alla protezione apprestata dall’ordinamento e, con esso, dalla stessa Costituzione (art.9, ma va considerato anche l’art.16 sulla libertà di circolazione). Peraltro, tali mezzi sono oggettivamente infungibili, dal momento che, data la loro rilevanza storica, non possono essere sostituiti con altri veicoli più recenti (con il sacrificio ineluttabile del bene di rilevanza culturale), talché non se ne può, senza adeguato e ragionevole bilanciamento con altro valore di rango costituzionale (la salute, ex art.32 Cost.), imporre il sacrificio immotivato, pena l’emersione di un diritto “tiranno” (cfr. pag. 13 Sentenza)”.

Fabrizio Santori, capogruppo della Lega in Campidoglio, che già ad aprile aveva presentato sul tema un’interrogazione in Campidoglio, dichiara in una nota: “Le ultime ordinanze del sindaco di Roma Gualtieri e dell’assessore Patanè con la sentenza odierna del Tar Lazio n. 13630/2024, sono state ritenute, ancora una volta, del tutto illegittime in relazione agli immotivati e non proporzionati divieti di circolazione disposti nei confronti dei mezzi di interesse storico e collezionistico, inclusi i ciclomotori ultratrentennali dotati di certificato di rilevanza storica. L’ennesima batosta nei confronti di un’amministrazione ecochic che punta solo a bloccare la circolazione privata a Roma”.

Aggiunge Fabrizio Santori: “Il ricorso presentato dalla scuderia romana ‘La Tartaruga’, e da numerose altre associazioni e operatori, a tutela di auto e moto di interesse storico e collezionistico contro le ultime ordinanze del Sindaco di Roma, n. 115/2023 e n. 38/2024, e la stessa deliberazione della Giunta regionale, n. 684/2023, è stato accolto. Il Tar ha infatti accertato difetto di istruttoria, deficit motivazionale e la violazione del principio di proporzionalità degli atti impugnati, affermando che ‘i mezzi di interesse storico e collezionistico rappresentano un bene di rilevanza culturale, pertanto assoggettato alla protezione apprestata dall’ordinamento e, con esso, dalla stessa Costituzione (art.9, ma va considerato anche l’art.16 sulla libertà di circolazione)’. Il sindaco Gualtieri, nella sua cieca azione finalizzata a colpire gli automobilisti e motociclisti romani, ha omesso di fornire adeguato supporto motivazionale in ordine alla scelta compiuta sui veicoli di interesse storico, non essendo possibile comprendere la scelta di assegnare ai mezzi di interesse storico un giorno (il sabato) e una serata (quella di venerdì) in più rispetto al regime ordinario dei mezzi più inquinanti”.

Conclude: “Su questo tema avevo presentato un’interrogazione dettagliata che non ha mai ricevuto risposta, e nella quale si citava anche la precedente sentenza del Tar Lazio, n. 1548/2023, che aveva già statuito l’illegittimità della delibera quadro di Roma Capitale n. 371/2023 e della delibera della Regione Lazio n. 8/2023, per il loro totale difetto di istruttoria e per la violazione dei principi di proporzionalità”.

ULTIME NOTIZIE

Castel Romano, 68enne scomparso ritrovato dalla Polizia Locale

Un uomo di 68 anni di nazionalità spagnola, scomparso da diversi giorni, è stato...

Lotito incontrerà Gualtieri per lo stadio Flaminio | La Lazio cerca l’accordo

Tiene banco la situazione di un nuovo stadio per la Lazio. Alcuni giorni fa il...

Musica, dalla Tosca a Turandot: prosegue il cartellone del Caracalla Festival 2024,

Non si ferma la musica alle Terme di Caracalla dove, in occasione del Caracalla...

Si finge poliziotto, ordina le pizze e non paga: arrestato

Un uomo di 57 anni è stato arrestato a Roma per aver truffato diversi...

Continua a leggere su radioroma.it

NOTIZIE CORRELATE

Castel Romano, 68enne scomparso ritrovato dalla Polizia Locale

Un uomo di 68 anni di nazionalità spagnola, scomparso da diversi giorni, è stato...

Musica, dalla Tosca a Turandot: prosegue il cartellone del Caracalla Festival 2024,

Non si ferma la musica alle Terme di Caracalla dove, in occasione del Caracalla...

Si finge poliziotto, ordina le pizze e non paga: arrestato

Un uomo di 57 anni è stato arrestato a Roma per aver truffato diversi...