24.2 C
Roma

Enrico Fermi, a Roma l’asta per le lettere inedite del giovane fisico

Gli inizi delle carriere di Fermi e Pontremoli, le discussioni sulle teorie elaborate dal fisico tedesco Albert Einstein, richieste di correzioni di testi di interventi e riflessioni sugli esperimenti in corso. Questo e altro nelle lettere inviate dal ventiduenne fisico Enrico Fermi (1901-1954) all’amico e collega Aldo Pontremoli da Gottingen.

Fermi, all’asta le lettere inedite

“In questi ultimi giorni è uscita una memoria di Einstein sopra una teoria ‘generalissima’ della relatività; interessante specialmente perché è la prima teoria nella quale l’elettricità positiva e quella negativa non differiscono soltanto per il segno. Staremo a vedere se il suo ulteriore sviluppo non possa eventualmente portare a risolvere il problema dell’elettrone e del nucleo di H”, si legge in una delle lettere inedite.

Una serie di missive spedite tra il gennaio 1923 e il giugno 1926 che domani saranno all’asta a Roma. La corrispondenza sarà messa all’asta per la prima volta da Finarte, giovedì 4 luglio a Roma, con una stima tra 30.000 e 40.000 euro. Il gruppo include 5 cartoline postali autografe e firmate spedite da Gottingen tra il 13 gennaio e il 22 giugno 1923; una lettera dattiloscritta firmata inviata da Firenze il 6 dicembre 1925; e tre lettere autografe e firmate inviate da Firenze tra il 14 febbraio 1926 e il 9 giugno 1926. Poco dopo, Pontremoli fondò l’Istituto di Fisica dell’Università di Milano, ma morì tragicamente nel 1928 a bordo del dirigibile di Umberto Nobile.

Questo carteggio, risalente agli inizi delle carriere di Fermi e Pontremoli, riflette il periodo di massima e più intensa produzione scientifica di entrambi, e testimonia i fruttuosi scambi tra loro. Le discussioni riguardavano principalmente questioni di fisica teorica e pratica, ma si estendevano anche a temi più pratici, come il loro futuro accademico. Le prime lettere furono spedite da Gottingen, dove Fermi si recò nel 1923 grazie a una borsa di studio dopo la laurea. Studiò per sei mesi presso la scuola di Max Born, dove la sua produzione scientifica fu molto intensa nonostante le difficoltà di ambientamento.

ULTIME NOTIZIE

Incendio al deposito farmaceutico Farla a Latina: le immagini del rogo (VIDEO)

Un grave incendio ha colpito lo stabilimento della cooperativa Farla, specializzata nella distribuzione di...

Roma, ancora un’ondata di caldo, emergenza da bollino rosso

Roma, ancora un'ondata di caldo in arrivo con emergenza da bollino rosso. Caldo da...

Andersson, Ds Djurgardens: “Dahl? La Roma non si è fatta sentire”

Il ds del Djurgardens, Bosse Andersson, ha commentato le voci di mercato che vedrebbero Samuel Dahl...

Lazio, Lotito risponde alle accuse: “Abbiamo speso più della Juventus. Greenwood? Se i tifosi lo vogliono mettano i soldi”

Al termine del consiglio federale della FIGC, Claudio Lotito si è espresso sulle critiche ricevute...

Continua a leggere su radioroma.it

NOTIZIE CORRELATE

Roma, ancora un’ondata di caldo, emergenza da bollino rosso

Roma, ancora un'ondata di caldo in arrivo con emergenza da bollino rosso. Caldo da...

Classifica sindaci, come si è piazzato Gualtieri

Classifica sindaci, il primo cittadino di Roma Gualtieri è terz'ultimo in Italia: perse in...
00:01:08

Maxirissa nel Viterbese, 6 feriti

Maxirissa a bottigliate e coltellate a Montalto di Castro, in provincia di Viterbo. Tutto è...