24.2 C
Roma

Infiorata Storica di Roma, mostra a cielo aperto n via della Conciliazione

Oggi, davanti alla Basilica di San Pietro a Roma, una spettacolare mostra a cielo aperto ha preso vita in occasione dell’XI edizione dell’Infiorata Storica di Roma e dell’Infiorata delle Pro Loco d’Italia. Promosse da Unpli, l’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia, e Pro Loco RomaCapitale, le manifestazioni hanno visto la partecipazione di oltre 250 infioratori e volontari provenienti da otto regioni italiane. I quadri floreali, che si estendono lungo via della Conciliazione e piazza Pio XII, sono stati creati dal tardo pomeriggio del 28 giugno e per tutta la notte del 29, in onore del Santo Padre e della festa dei Santi Pietro e Paolo. La Santa Sede, in preparazione del Giubileo 2025, ha indicato la preghiera come tema principale dell’evento.

Infiorata a Roma, uno spettacolo di colori

Ogni Pro Loco, disponendo di circa 50 mq di spazio, ha illustrato il valore della preghiera utilizzando tecniche, scene e materiali diversi. Per creare queste opere, sono stati utilizzati circa 30mila steli di garofani, crisantemi e crisantemine, insieme a trucioli, sale colorato, sabbia, semi, foglie e materiali naturali secchi. Le rappresentazioni includevano preghiere di Madre Teresa di Calcutta, opere di Folon, la Sacra Famiglia, omaggi alla Stella Maris, uno dei più antichi titoli della Vergine Maria, e immagini di farfalle colorate.

Antonino La Spina, presidente Unpli, ha commentato: “L’interesse, la curiosità e l’apprezzamento che visitatori e turisti da tutto il mondo ci manifestano durante l’Infiorata in Piazza San Pietro è sempre altissimo e ci ripaga dell’enorme sforzo organizzativo con associazioni e volontari arrivati quest’anno da 8 regioni d’Italia per valorizzare l’identità e le tradizioni dei singoli territori. Arte e devozione, fantasia e grande amore per il proprio territorio sono gli ingredienti principali delle Infiorate, ma anche dell’impegno e della pazienza che donne e uomini dedicano alla tutela di questo patrimonio. Dalla cura dei dettagli, alla ricerca dei materiali, fino alle tecniche di realizzazione, il prezioso lavoro degli infioratori e delle Pro Loco permette di tramandare alle generazioni future l’identità e il valore di questa tradizione”.

ULTIME NOTIZIE

Vedova di Chris Cornell rapinata di un Rolex da 50mila euro

Rania Vicky Karayannis, vedova del celebre cantante dei Soundgarden Chris Cornell, è stata aggredita...

Incendio al deposito farmaceutico Farla a Latina: le immagini del rogo (VIDEO)

Un grave incendio ha colpito lo stabilimento della cooperativa Farla, specializzata nella distribuzione di...

Roma, ancora un’ondata di caldo, emergenza da bollino rosso

Roma, ancora un'ondata di caldo in arrivo con emergenza da bollino rosso. Caldo da...

Andersson, Ds Djurgardens: “Dahl? La Roma non si è fatta sentire”

Il ds del Djurgardens, Bosse Andersson, ha commentato le voci di mercato che vedrebbero Samuel Dahl...

Continua a leggere su radioroma.it

NOTIZIE CORRELATE

Tennis tavolo, finiti i Mondiali a Roma: “E’ stata una grande festa”

Ieri sera, alla Nuova Fiera di Roma, si sono conclusi gli ITTF World Masters...

Club Dogo a Rock in Roma 2024, evento imperdibile per i fan

Club Dogo a Rock in Roma 2024, un evento imperdibile, e imminente, per tutti...

Sagra dei Maccaroni a Canepina, show per buongustai

Sagra dei Maccaroni a Canepina, show per buongustai provenienti da tutta la Regione e...