24.2 C
Roma

Via del Corso, stop agli artisti di strada: cosa dice l’ordinanza

Niente più assoli di chitarra, cover strappalacrime, esibizioni da applausi. A via del Corso – e nelle altre zone del Tridente – gli artisti di strada non potranno più esibirsi. Il divieto è contenuto nell’ordinanza che “fino al 31 dicembre 2025 a largo Goldoni, via del Corso e nell’ambito della zona a traffico limitato Tridente” vieta “l’esercizio dell’arte di strada”.

Gli artisti potranno continuare a esibirsi per strada, ma solo in determinate aree che non prevedono le zone del tridente. Restano escluse dalle aree vietate zone come piazza Navona, Campo de’ Fiori e San Lorenzo in Lucina. L’associazione ‘via Condotti’, guidata dal presidente Gianni Battistoni, ha fortemente sostenuto questa misura.

Oggi, Battistoni ha promosso un incontro a cui ha partecipato anche Lorenza Bonaccorsi, presidente del Primo Municipio, nota per la sua sensibilità verso le esigenze dei residenti. Il nuovo provvedimento introduce limitazioni alle performance anche a Largo Goldoni.

Via del Corso, stop agli artisti di strada

Lorenza Bonaccorsi, presidente del Primo Municipio, ha dichiarato in merito all’ordinanza: “Via del Corso non è gli Champs-Élysées di Parigi, non si può usare un’amplificazione eccessiva. Sono sensibile alle attività culturali ma servono regole per far convivere residenti, artisti e turisti. C’è troppa tolleranza – sottolinea – ancora non si riconosce l’unicità di piazza di Spagna, con via Condotti, che deve essere tutelata con una presenza permanente delle forze dell’ordine, come il Vaticano o il Quirinale”.

Il centro di Roma dovrebbe subire in futuro ulteriori modifiche volte a migliorare il decoro e la viabilità del Tridente. A tal proposito uno dei punti all’ordine del giorno è stata la pedonalizzazione di via del Corso, un provvedimento che potrebbe arrivare per il 2025:
Afferma la presidente Bonaccorsi: “C’è troppo disordine fra turisti, tavolini selvaggi e furgoni che scaricano, dobbiamo impedire che il Centro diventi Disneyland. La pedonalizzazione è una cosa straordinaria, ma senza controlli rischiamo che via del Corso diventi un hub di scarico merci. Noi però vigileremo sempre e continueremo a ‘rompere le scatole’ Siamo volontari che vogliono salvare Roma”, conclude.

ULTIME NOTIZIE

Roma, ancora un’ondata di caldo, emergenza da bollino rosso

Roma, ancora un'ondata di caldo in arrivo con emergenza da bollino rosso. Caldo da...

Andersson, Ds Djurgardens: “Dahl? La Roma non si è fatta sentire”

Il ds del Djurgardens, Bosse Andersson, ha commentato le voci di mercato che vedrebbero Samuel Dahl...

Lazio, Lotito risponde alle accuse: “Abbiamo speso più della Juventus. Greenwood? Se i tifosi lo vogliono mettano i soldi”

Al termine del consiglio federale della FIGC, Claudio Lotito si è espresso sulle critiche ricevute...

Classifica sindaci, come si è piazzato Gualtieri

Classifica sindaci, il primo cittadino di Roma Gualtieri è terz'ultimo in Italia: perse in...

Continua a leggere su radioroma.it

NOTIZIE CORRELATE

Roma, ancora un’ondata di caldo, emergenza da bollino rosso

Roma, ancora un'ondata di caldo in arrivo con emergenza da bollino rosso. Caldo da...

Classifica sindaci, come si è piazzato Gualtieri

Classifica sindaci, il primo cittadino di Roma Gualtieri è terz'ultimo in Italia: perse in...
00:01:08

Maxirissa nel Viterbese, 6 feriti

Maxirissa a bottigliate e coltellate a Montalto di Castro, in provincia di Viterbo. Tutto è...