24.2 C
Roma

Assange è libero: patteggia con la giustizia Usa, ha già lasciato il Regno Unito

Julian Assange è libero: dopo aver patteggiato con la giustizia Usa è libero, e ha lasciato il Regno Unito. Dopo cinque anni trascorsi in prigione, il fondatore di Wikileaks potrà tornare in Australia. A seguito dunque dell’dell’accordo di dichiarazione di colpevolezza chiuso con la giustizia american Julian Assange è stato considerato libero di lasciare il Regno Unito e la prigione in cui era stato incarcerato per cinque anni.

Julian Assange è libero, ha già lasciato il Regno Unito

Il fondatore di Wikileaks ha lasciato il carcere di massima sicurezza di Belmarsh la mattina del 24 giugno, dopo 1901 giorni. Ottenuta la libertà su cauzione dall’Alta corte di Londra, si è imbarcato su un aereo ed è partito dal Regno Unito. “Questo è il risultato di una campagna globale che ha coinvolto organizzatori di base, attivisti per la libertà di stampa, legislatori e leader di tutto lo spettro politico, fino alle Nazioni Unite. Ciò ha creato lo spazio per un lungo periodo di negoziati con il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, che ha portato a un accordo che non è stato ancora formalmente finalizzato”, viene chiarito da Wikileaks. Assange, dopo oltre cinque anni, in isolamento 23 ore al giorno, ritroverà la moglie Stella Assange e ai loro figli.

Assange, ha accettato di dichiararsi colpevole di un reato relativo al suo ruolo come parte di un accordo con il Dipartimento di giustizia Usa che gli consentirà di evitare la reclusione negli Stati Uniti e di tornare in Australia. Stando ai termini del nuovo accordo, i pubblici ministeri del dipartimento di giustizia chiederanno una condanna a 62 mesi, che equivale agli oltre cinque anni che Assange ha scontato in un carcere di massima sicurezza a Londra. Il patteggiamento riconoscerebbe il tempo trascorso già passato in carcere, permettendo dunque ad Assange di tornare subito in Australia.

Il fondatore di Wikileaks è accusato di 18 capi di imputazione in una incriminazione del 2019 per il suo presunto ruolo nella diffusione di carte top secret: un tipo di resto che, stando alle attuali leggi in vigore, porta a un massimo di 175 anni di prigione. Assange era perseguito dalle autorità statunitensi per aver pubblicato documenti militari riservati forniti dall’ex analista dell’intelligence dell’esercito Chelsea Manning nel 2010 e nel 2011. Funzionari statunitensi hanno sostenuto che Assange avesse spinto Manning a ottenere migliaia di pagine di dispacci diplomatici statunitensi non filtrati che avrebbero potuto mettere in pericolo fonti riservate, rapporti di attività significative legate alla guerra in Iraq e informazioni relative ai detenuti di Guantánamo Bay.

Assange libero: la posizione del governo australiano e le parole della madre

Il governo australiano ha dichiarato oggi che il caso di Julian Assange si è “trascinato fin troppo a lungo”. Il primo ministro Anthony Albanese “è stato chiaro: il caso si trascina da troppo tempo e non c’era nulla da guadagnare continuando la sua incarcerazione”, ha dichiarato la fonte.

La madre di Julian Assange ha detto oggi che il “calvario sta finalmente giungendo al termine” per il fondatore di Wikileaks. In una dichiarazione ai media australiani in seguito alla notizia di un patteggiamento con la giustizia americana, Christine Assange ha affermato di essere “grata che il calvario” del figlio “stia finalmente giungendo al termine: ciò dimostra l’importanza e il potere della diplomazia silenziosa. Molti – ha detto- hanno sfruttato la situazione di mio figlio per portare avanti i propri programmi, quindi sono grata a quelle persone invisibili e laboriose che hanno messo al primo posto il benessere di Julian. Gli ultimi 14 anni hanno messo a dura prova me come madre”.

ULTIME NOTIZIE

Tenta di tagliarle la gola con un taglierino: arrestato

Un uomo di 66 anni è stato arrestato a seguito di un'operazione congiunta tra...

Saldi a Roma, negozi al dettaglio e grande distribuzione sfruttano ogni occasione per attirare clientela (VIDEO)

I saldi rappresentano una grande occasione per accaparrarsi la migliore offerta per quell’abito che...

Vedova di Chris Cornell rapinata di un Rolex da 50mila euro

Rania Vicky Karayannis, vedova del celebre cantante dei Soundgarden Chris Cornell, è stata aggredita...

Incendio al deposito farmaceutico Farla a Latina: le immagini del rogo (VIDEO)

Un grave incendio ha colpito lo stabilimento della cooperativa Farla, specializzata nella distribuzione di...

Continua a leggere su radioroma.it

NOTIZIE CORRELATE

Roma, ancora un’ondata di caldo, emergenza da bollino rosso

Roma, ancora un'ondata di caldo in arrivo con emergenza da bollino rosso. Caldo da...

Classifica sindaci, come si è piazzato Gualtieri

Classifica sindaci, il primo cittadino di Roma Gualtieri è terz'ultimo in Italia: perse in...
00:01:08

Maxirissa nel Viterbese, 6 feriti

Maxirissa a bottigliate e coltellate a Montalto di Castro, in provincia di Viterbo. Tutto è...