27.5 C
Roma

Lavoro minorile, il rapporto Unicef e i dati nel Lazio

In occasione della Giornata mondiale contro lo sfruttamento del lavoro minorile, Unicef Italia ha presentato il secondo rapporto statistico “Lavoro minorile in Italia: rischi, infortuni e sicurezza sui luoghi di lavoro”. Nel 2023, il numero di lavoratori minorenni tra i 15 e i 17 anni è aumentato a 78.530, rappresentando il 4,5% della popolazione di quella fascia d’età, rispetto ai 69.601 del 2022 e ai 51.845 del 2021. L’incremento riguarda anche i giovani fino ai 19 anni: nel 2022, si contavano 376.814 lavoratori, rispetto ai 310.400 del 2021, mostrando una crescita non solo rispetto alla pandemia, ma anche in confronto al 2019.

Incremento del Lavoro Minorile e differenze di genere

Il rapporto evidenzia un aumento significativo del lavoro minorile in Italia. Il reddito medio settimanale per i lavoratori maschi è passato dai 297 euro nel 2018 ai 320 euro nel 2022, mentre per le lavoratrici femmine è salito dai 235 euro nel 2018 ai 259 euro nel 2022.

Questo divario di retribuzione tra i sessi persiste, confermando una maggiore remunerazione per i ragazzi rispetto alle ragazze. Tale fenomeno riflette le tendenze nazionali del mercato del lavoro adulto, dove il tasso di occupazione femminile è sensibilmente inferiore a quello maschile (57,3% contro 78,0%).

Denunce di infortunio sul lavoro minorile

Nel periodo 2018-2022, le denunce di infortunio presentate all’Inail riguardanti lavoratori entro i 19 anni sono state 338.323. Di queste, 211.241 hanno coinvolto minori di età fino a 14 anni, mentre 127.082 si riferivano alla fascia d’età tra i 15 e i 19 anni.

Gli infortuni mortali denunciati nello stesso periodo sono stati 83, con 9 nella fascia di età inferiore ai 14 anni e 74 tra i 15 e i 19 anni. 

Distribuzione regionale del lavoro minorile: i dati nel Lazio

Le regioni con la più alta percentuale di minorenni occupati tra i 15 e i 17 anni, in rapporto alla popolazione residente in quella fascia d’età, sono Trentino-Alto Adige, Valle D’Aosta, Abruzzo e Marche.

In Trentino-Alto Adige, il 21,7% dei minorenni è impiegato, mentre in Valle D’Aosta la percentuale è del 17,8%. Abruzzo e Marche seguono con il 7,6% e il 7,2%, rispettivamente.

Questi valori superano di gran lunga la media nazionale del 4,5%, indicando una maggiore incidenza del lavoro minorile in queste regioni.

Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Lazio e Puglia registrano il numero più elevato di giovani lavoratori fino ai 19 anni, impiegati in lavori continuativi, saltuari o occasionali.

Infortuni e mortalità nelle regioni italiane

Le denunce di infortunio tra i lavoratori fino ai 19 anni sono state particolarmente elevate in Lombardia (75.552), Emilia-Romagna (39.047), Veneto (38.162) e Piemonte (30.645) tra il 2018 e il 2022.

Queste regioni, insieme alla Toscana (19.084), rappresentano quasi il 60% delle denunce di infortunio a livello nazionale in questo periodo.

Le denunce di infortunio mortale sono state maggiormente concentrate in Veneto, Lombardia, Emilia-Romagna e Piemonte, che insieme costituiscono quasi il 53% dei casi totali di infortuni mortali nel quinquennio analizzato.

ULTIME NOTIZIE

Stazione Ottaviano della metro A, da oggi la chiusura per lavori

A partire da lunedì 22 luglio la stazione Ottaviano della linea A della metropolitana...

Maltempo a Roma e nel Lazio, quando e dove piove: allerta gialla

Maltempo in vista per la giornata di oggi, lunedì 22 luglio 2024, a Roma...

Tre detenuti evasi dal carcere minorile di Casal del Marmo

Tre giovani detenuti di origine tunisina sono evasi dal carcere minorile di Casal del...

Domani Kosice-Roma, altra amichevole per i giallorossi

Domani alle ore 19:30 la Roma disputerà la sua seconda amichevole del precampionato in...

Continua a leggere su radioroma.it

NOTIZIE CORRELATE

Tre detenuti evasi dal carcere minorile di Casal del Marmo

Tre giovani detenuti di origine tunisina sono evasi dal carcere minorile di Casal del...

Lazio, al via ‘Il cinema e le Ville tuscolane’: il programma

"Il cinema e le Ville tuscolane, una festa lunga un anno", iniziativa promossa dall’Istituto...

Boom di turisti. L’Hilton cerca personale

L’Italia è la Penisola per eccellenza per godersi un’estate all’insegna dell’amore, della bellezza, dell’arte...