24.3 C
Roma

Futsal, al Napoli il primo round scudetto. Superato il Catania 5 a 3.

Finalmente si è giunti all’atto finale del massimo campionato maschile di calcio a 5. Davanti a un Pala Jacazzi di Aversa, strapieno all’inverosimile, si contendono lo scudetto, il Prezioso Casa Napoli di mister Fulvio Colini, e il Meta Catania, guidato da Juan Ramon Calvo Rodrigues. Primo tiro nello specchio di Carmelo Musumeci, Bellobuono risponde presente. Inizio leggermente contratto d ei padroni di casa, sostenuti dall’infuocato tifo dei supporter azzurri. Ci pensava il solito Salas a suonare la carica per i suoi, e la retroguardia ospite andava in difficoltà, anche sull’azione successiva sventata dal portiere etneo Tornatore. Mancuso ci provava da fuori, ma il suo fendente finiva a lato. Al minuto 6’13”un fulmine di Turmena, sorprende Bellobuono con uno splendido tiro dalla distanza, e porta avanti il Catania. Poi l’autore del goal veniva ammonito, per aver fermato in extremis una percussione del solito Borruto. Sugli sviluppi del calcio piazzato, era Mancuso abile a infilare la retroguardia ospite e a portare il punteggio in parità. Tornatore si oppone a Ercolessi, chiudendogli lo specchio con un prodigioso intervento. La gara si mantiene vibrante, con le due squadre che si danno battaglia con grande ardore agonistico e con rapidi capovolgimenti di fronte. E’ Bellobuono poi a ergersi protagonista su una botta a colpo sicuro di Pulvirenti. Gli risponde il collega di ruolo Tornatore, bravo ad opporsi a un lanciato Saponara. Straordinario recupero difensivo di Mancuso. Una gara all’arma bianca che ha regalato grande spettacolo agli spettatori presenti sugli spalti. Ancora Turmena dalla distanza impegna l’estremo difensore partenopeo. Poi il solito refrain  di questa stagione: lampo di Salas e assist a Borruto, che non sbaglia sottomisura e porta in vantaggio gli azzurri, al 17’48”. A diciassette secondi dalla fine, è Bolo a mettere la propria firma sulla finale, portando gli azzurri sul doppio vantaggio, dopo la solita ripartenza orchestrata da un Salas straripante. Termina la prima frazione sul punteggio di 3 a 1, a favore del Napoli. Inizia la ripresa e subito Mancuso, scalda le mani di Timm, con una conclusione da fuori. La squadra di Colini, abile nella gestione del pallone, addormentava di fatto la partita, erano pochi i sussulti degli etnei, che non sortivano alcun effetto. Era poi il turno di De Luca, che cercava di beffare il portiere ospite con un beffardo colpo di tacco, che però non riusciva. Poi il flash, che riapre di fatto la gara, è capitan Carmelo Musumeci a scaricare in fondo alla rete, dopo ottima combinazione con Pulvirenti. Volata su palla recuperata di Borruto, e Salamone è costretto a stenderlo rimediando il cartellino giallo. La gara si infiamma, in un autentica bolgia, e dopo uno screzio, è la volta di Ercolessi e Bocao, a finire sul taccuino dei direttori di gara. Sulla punizione successiva, era ancora Bolo, ad apporre il suo secondo sigillo sul match. Esplodeva il PalaJacazzi, ed era Saponara a subire l’ennesimo giallo. Un Catania mai domo, era abile a sfruttare una occasione confusa in area azzurra, ed era ancora Bolo stavolta a fare autogoal. Tutto da rifare, e la gara diventava meravigliosa, combattuta su ogni pallone. Gli etnei premevano, alla disperata ricerca del pari, è il Napoli organizzava la strenua difesa a una manciata di minuti dalla sirena. Giallo anche per Borruto, in un finale in cui nervi e stanchezza la facevano da padrone. Il catania, tentava la mossa disperata del portiere di movimento, ma il Napoli resisteva, e alla prima occasione, era Borruto a insaccare dalla propria area, fissando il punteggio finale sul 5 a 3.

PREZIOSO CASA NAPOLI FUTSAL-META CATANIA

PREZIOSO CASA NAPOLI FUTSAL: Caio, Ercolessi, Perugino, De Luca, Mancuso, Borruto, Salas, Bellobuono, De Simone, Bolo, Saponara, De Gennaro. Allenatore: Fulvio Colini.

META CATANIA: Tornatore, Podda, Silvestri, Pulvirenti, Dian Luka, Salamone, Musumeci G., Bocao, Turmena, Timm, Musumeci C., Anderson.  Allenatore: JuanRa.

MARCATORI: 6’13” p.t. Turmena (M), 6’47” Mancuso (N), 17’48” Borruto (N), 19’43” Bolo (N), 10’25” s.t. C. Musumeci (M), 11’50” Bolo (N), 13’15” aut. Bolo (M), 18’10” Borruto (N).

AMMONITI: Turmena (M), Salamone (M), Ercolessi (N), Bocao (M), Saponara (N), Borruto (N).

ARTICOLO: Roberto Martin

@ foto pagina ufficiale FB Napoli Futsal

ULTIME NOTIZIE

Festa del Cinema di Roma, il commento di Nastasi dopo le parole di Gualtieri

Festa del Cinema di Roma, il commento di Nastasi dopo le parole di Gualtieri....

Diodato a Venere in Musica, domani il concerto evento

Diodato a Venere in Musica, domani il concerto evento. Torna, con la terza edizione,...

Morcheeba show a Venere in Musica

Morcheeba show a Venere in Musica: in un contesto di assoluta adrenalina e di grande...

Ecco quali sono i giochi sul web che coinvolgono di più gli italiani

A proposito dell’intrattenimento videoludico odierno si potrebbero citare mille fonti che adempiono a questa...

Continua a leggere su radioroma.it

NOTIZIE CORRELATE

Raspadori: “Mi sento bene, voglio essere protagonista. Mi sono già sentito con Conte”

Intervenuto in conferenza stampa, Giacomo Raspadori, attaccante del Napoli e della Nazionale, ha parlato...

Malagò: “Ho visto una bellissima Italia. Ma la Spagna non è l’Albania”

Con una domanda fatta sull'Italia da Anthony Cervoni, giornalista di Sportpaper e Radio Roma, a...

Portogallo-Repubblica Ceca, le probabili formazioni

Esordio per il Portogallo di Cristiano Ronaldo e Leão, questa sera alle 21, a...