24.2 C
Roma

Scandalo al liceo di Roma: lista di studentesse con dettagli intimi affissa in aula

Un evento sconvolgente ha turbato la tranquillità del liceo classico Visconti di Roma. Lunedì mattina, una lista contenente i nomi di 30 studentesse, molte delle quali minorenni, è stata affissa alla porta di un’aula, indicando le loro presunte relazioni sessuali con compagni di scuola. La vicenda ha suscitato profonda indignazione tra le vittime e ha portato a una reazione immediata sia da parte degli studenti che dei genitori, sollevando gravi preoccupazioni sulle conseguenze psicologiche per le ragazze coinvolte.

Dettagli dell’incidente al Liceo Visconti: reazioni immediate

Il tutto è accaduto lunedì 3 giugno, poco prima delle 13. Un foglio contenente i nomi di circa trenta studentesse è apparso sulla porta di una classe dell’ultimo anno del liceo Visconti.

Ogni nome era accompagnato da quello di un ragazzo, suggerendo relazioni sessuali. Questo elenco è stato prontamente rimosso, ma non prima che alcuni studenti lo fotografassero, causando il timore che l’immagine potesse diffondersi al di fuori della scuola.

Le ragazze più giovani, alcune delle quali frequentano il primo anno, hanno espresso forte imbarazzo e preoccupazione per la divulgazione delle loro vite private.

Assemblea straordinaria e scuse degli autori

La mattina seguente, le studentesse del Visconti hanno convocato un’assemblea straordinaria per affrontare l’accaduto. Durante la prima ora, solo le ragazze, comprese le vittime, si sono riunite per discutere l’incidente.

Successivamente, anche gli studenti maschi sono stati ammessi. Gli autori del gesto, un gruppo di studenti dell’ultimo anno, hanno chiesto scusa pubblicamente, definendo il loro atto come una “ragazzata”.

Tuttavia, la comunità studentesca femminile ha sottolineato la gravità del gesto, diffondendo un comunicato che condanna fermamente l’accaduto e chiede misure disciplinari adeguate.

La preoccupazione dei genitori

I genitori delle studentesse coinvolte hanno espresso profonda preoccupazione per l’incidente.

Nelle chat tra genitori, il sentimento predominante è stato di rabbia e indignazione. Alcuni hanno sottolineato i potenziali rischi di tali “giochi”, che potrebbero portare a gravi conseguenze psicologiche.

ULTIME NOTIZIE

Vedova di Chris Cornell rapinata di un Rolex da 50mila euro

Rania Vicky Karayannis, vedova del celebre cantante dei Soundgarden Chris Cornell, è stata aggredita...

Incendio al deposito farmaceutico Farla a Latina: le immagini del rogo (VIDEO)

Un grave incendio ha colpito lo stabilimento della cooperativa Farla, specializzata nella distribuzione di...

Roma, ancora un’ondata di caldo, emergenza da bollino rosso

Roma, ancora un'ondata di caldo in arrivo con emergenza da bollino rosso. Caldo da...

Andersson, Ds Djurgardens: “Dahl? La Roma non si è fatta sentire”

Il ds del Djurgardens, Bosse Andersson, ha commentato le voci di mercato che vedrebbero Samuel Dahl...

Continua a leggere su radioroma.it

NOTIZIE CORRELATE

Roma, ancora un’ondata di caldo, emergenza da bollino rosso

Roma, ancora un'ondata di caldo in arrivo con emergenza da bollino rosso. Caldo da...

Classifica sindaci, come si è piazzato Gualtieri

Classifica sindaci, il primo cittadino di Roma Gualtieri è terz'ultimo in Italia: perse in...
00:01:08

Maxirissa nel Viterbese, 6 feriti

Maxirissa a bottigliate e coltellate a Montalto di Castro, in provincia di Viterbo. Tutto è...