24.3 C
Roma

Dybala: “Voglio vincere a Roma, ma c’è la curiosità di confrontarmi con altri campionati”

Le parole del 21 giallorosso.

Dybala, futuro a Roma?

Paulo Dybala, attaccante della Roma, ha parlato della sua permanenza nella Capitale, De Rossi, a The Athletic. Di seguito le sue parole riportate da Il Corriere dello Sport:

“Io sono fatto così, penso e agisco in una frazione di secondo. A volte, quando sono nello spogliatoio prima di una partita, mi ritrovo a pensare a quali problemi potrebbero crearmi i difensori avversari. Ma quando sono in possesso della palla e sono circondato, ho soltanto uno o due secondi per prendere una decisione. Perciò devo essere veloce e spontaneo, altrimenti è dura”.

Su De Rossi:

“Tutto ciò che vedi è spontaneo, non c’è niente di programmato. De Rossi adora l’Argentina, è ancora molto legato al Boca Juniors. Sono certo che un giorno vorrà tornare lì per allenare la squadra. Vediamo cosa accadrà in futuro. Gli auguro una carriera di successo come allenatore e che possa rimanere a lungo in Europa per vincere trofei, costruire grandi squadre e continuare a fare quello che sta facendo. Se lo merita. A nessuno piace arrivare sesti. Avevamo una squadra per fare meglio di così. Abbiamo giocato molto bene, ma non sono soddisfatto del posizionamento. Avremmo potuto fare di più. Infortuni? Nel corso della mia carriera ho sempre cercato di migliorarmi sia in campo che fuori. Ho cambiato molte persone nel mio staff tra cui personal trainer, nutrizionista e psicologo. Lo faccio per migliorarmi in campo e in allenamento, e infatti quest’anno mi sono sentito bene”.

Sul futuro:

“Voglio vincere. Sono stato fortunato da aver avuto l’occasione di vincere tutti i trofei. A volte ho vinto e a volte ho perso. Il mio rimpianto è legato alle sconfitte nelle finali europee. Non ho mai vinto una Champions League oppure l’Europa League ma questo resterà il mio obiettivo. Voglio vincere tutto quello che posso con la Roma. Vincere non è importante, è l’unica cosa che conta. Sono in Italia da quasi 12 anni e sto vivendo un momento incredibile. È difficile per me vedermi lontano dall’Italia perché sono diventato un uomo qui. L’Italia mi ha da tutto. Sarebbe difficile lasciare ma ovviamente c’è anche la curiosità di scoprire come potrei comportarmi in campionati importanti come la Liga e la Premier League”. 

ULTIME NOTIZIE

Festa del Cinema di Roma, il commento di Nastasi dopo le parole di Gualtieri

Festa del Cinema di Roma, il commento di Nastasi dopo le parole di Gualtieri....

Diodato a Venere in Musica, domani il concerto evento

Diodato a Venere in Musica, domani il concerto evento. Torna, con la terza edizione,...

Morcheeba show a Venere in Musica

Morcheeba show a Venere in Musica: in un contesto di assoluta adrenalina e di grande...

Ecco quali sono i giochi sul web che coinvolgono di più gli italiani

A proposito dell’intrattenimento videoludico odierno si potrebbero citare mille fonti che adempiono a questa...

Continua a leggere su radioroma.it

NOTIZIE CORRELATE

Raspadori: “Mi sento bene, voglio essere protagonista. Mi sono già sentito con Conte”

Intervenuto in conferenza stampa, Giacomo Raspadori, attaccante del Napoli e della Nazionale, ha parlato...

Malagò: “Ho visto una bellissima Italia. Ma la Spagna non è l’Albania”

Con una domanda fatta sull'Italia da Anthony Cervoni, giornalista di Sportpaper e Radio Roma, a...

Portogallo-Repubblica Ceca, le probabili formazioni

Esordio per il Portogallo di Cristiano Ronaldo e Leão, questa sera alle 21, a...