18.3 C
Roma

Cercasi scrutatori a Roma: sono pochi per la paga troppo bassa

La carenza di scrutatori per le imminenti elezioni europee a Roma ha sollevato preoccupazioni riguardo al corretto svolgimento delle operazioni di voto. Con compensi considerati troppo bassi rispetto all’impegno richiesto, l’amministrazione comunale è in corsa contro il tempo per garantire la copertura dei seggi. La breve finestra temporale tra la preparazione dei seggi e l’inizio del voto sabato 8 e domenica 9 giugno presenta una sfida logistica significativa. Tuttavia, il Campidoglio ha attuato diverse misure per reclutare scrutatori sostitutivi e mitigare il rischio di disfunzioni ai seggi.

Mancano scrutatori a Roma per le elezioni europee

La carenza di scrutatori per le elezioni europee a Roma si è rivelata una sfida significativa, con il compenso relativamente basso considerato come uno dei principali fattori contribuenti.

Con ogni scrutatore che riceve un compenso di 159 euro complessivi e il presidente di seggio 195 euro, l’impegno richiesto risulta essere sproporzionato rispetto alla retribuzione offerta. Questo ha portato a una fuga di potenziali scrutatori, mettendo a rischio il regolare svolgimento delle operazioni di voto.

Misure adottate dal Campidoglio per colmare l’assenza di scrutatori

L’amministrazione comunale di Roma ha riconosciuto la gravità della situazione e ha attuato diverse misure per affrontare la carenza di scrutatori. Tra queste, vi è stata un’intensificazione degli sforzi di reclutamento attraverso canali diversificati, inclusi volontari, dipendenti comunali e accordi con le università.

Inoltre, è stato istituito un obbligo per i funzionari di elevata qualificazione di restare a disposizione come presidenti di seggio sostitutivi. Con un numero stimato tra 1.200 e 1.400 possibili surroghe a disposizione, l’amministrazione mira a garantire la copertura dei seggi e a prevenire l’emergenza dell’ultimo giorno.

I dubbi dell’opposizione

L’opposizione ha sollevato dubbi sull’efficacia delle misure adottate dall’amministrazione comunale per affrontare la crisi dei scrutatori. Si prevede che la scarsità di personale possa causare caos ai seggi, specialmente considerando la breve finestra temporale tra l’insediamento dei seggi e l’inizio del voto.

La critica all’amministrazione è per non aver agito tempestivamente e per non aver implementato strategie più efficaci per garantire una copertura adeguata dei seggi e il corretto svolgimento delle elezioni.

ULTIME NOTIZIE

Lazio, Moggi (ag. Immobile): “Ciro-Lazio un matrimonio destinato a durare”

Lazio, Moggi (ag. Immobile): "Andremo sino alla scadenza" Alessandro Moggi, procuratore di Ciro Immobile, capitano...

UEFA EURO 2024, oggi si chiude il girone degli azzurri

UEFA EURO 2024, il programma del 24 giugno Ancora tutto aperto nel girone degli azzurri...

Incidente stradale a Roma, muore motocicilista di 56 anni

Incidente a Roma, ancora una volta una persona perde la vita sulle strade della...

Croazia-Italia, probabili formazioni e dove vederla

Questi i possibili schieramenti di Croazia e Italia in vista della terza sfida del...

Continua a leggere su radioroma.it

NOTIZIE CORRELATE

Roma, incontra l’amico e gli spara alle gambe: arrestato 58enne

Svolta nelle indagini sul ferimento a colpi di pistola di un uomo di 45...

Maltempo, nel Lazio lunedì allerta gialla per piogge e temporali

Dopo l'ondata di calore arriva il maltempo con un'allerta gialla per piogge e temporali...

Amministrative, seggi aperti per i ballottaggi: al voto Civitavecchia, Palestrina e Tarquinia

Seconda tornata elettorale per le amministrative: seggi aperti in 105 comuni italiani per i...