23.9 C
Roma

Ostia, torna la donazione del sangue: tutti i giorni al Grassi per salvare una vita

Ad Ostia torna la donazione del sangue: da Giugno, tutti i giorni, si potrà compiere questo fondamentale gesto in grado di salvare la vita a innumerevoli persone. Al Grassi, centro nevralgico della sanità non solo di Ostia ma di tutto il territorio circostante, dunque si rinnova un cruciale appuntamento con la solidarietà dei cittadini.

La sala donazione del Servizio di Immunoematologia e medicina trasfusionale (chiamata Simt) dell’ospedale sarà aperta dalle 8 alle 12, come informano dalla struttura.

Ostia, ritorna a Giugno la donazione del sangue: tutti i giorni al Grassi

A partire dunque dal mese di Giugno a Ostia si potrà tornare a donare il sangue: tutti i giorni presso la sala donazione del Servizio di Immunoematologia e medicina trasfusionale (Simt), presso il polo del Grassi fin dal primo giorno del mese, a partire dalle 8 e fino alle 12. Una bella notizia che arriva a un passo dall’estate, uno dei periodi più complicati per la raccolta del sangue. Da qui l’appello di Francesca Milito, direttore generale dell’Asl Roma Tre a non perdere questa grande occasione: “Continuate a donare sangue perché anche così aiutiamo il nostro personale sanitario a salvare la vita di chi sta male”.

Milito fa anche un bilancio dell’attività del Simt: “La struttura diretta dal dottor Luca Mele – chiarisce – negli ultimi anni ha registrato un significativo incremento del numero di donatori grazie alla generosità dei cittadini e alla collaborazione con le associazioni attive sul territorio, come la Croce Rossa Italiana Comitato di Fiumicino e la Rete di Tutti. L’unità vanta un’organizzazione puntuale ed efficiente che permette al Grassi di essere completamente autosufficiente per il sangue e di garantire ai pazienti che hanno necessità di trasfusioni la disponibilità del sangue in ogni momento dell’anno”.

Il Direttore puntualizza poi un altro aspetto: “Nel Lazio, su 23 strutture trasfusionali regionali solo Ostia, le Asl di Viterbo e di Latina e l’Ospedale Pertini della Asl Roma 2 hanno raggiunto questo target. Laddove la raccolta superi le necessità ospedaliere, il Simt della nostra azienda si mette a disposizione anche degli altri ospedali della Capitale, tanto da diventare punto di riferimento sicuro per chi ha invece gravi carenze di sangue. Voglio ringraziare i donatori abituali del nostro territorio, e anche quelli occasionali, e in particolare coloro che rispondono in modo positivo in caso di carenze specifiche, tanto che bastano poche chiamate per superare eventuali mancanze”.

Donazioni del sangue a Roma, chi sono i candidati ideali

A chiarire l’identikit del donatore tipo nella Capitale è in questo caso il dottor Luca Mele, direttore del Simt della Asl Roma 3. Queste le sue parole: “Circa due terzi dei donatori sono uomini, con un’età compresa tra i 40 e i 50 anni, anche se poi nei centri trasfusionali ubicati in strutture sede di Università l’età media si abbassa. Nel Lazio in genere il sangue viene donato uno o due volte all’anno, in particolare per una specifica necessità familiare, come la malattia o l’intervento chirurgico di un congiunto che ha avuto bisogno di trasfusioni. Va specificato però che chiunque sia in buona salute, con un’età compresa tra i 18 e i 65 anni e pesi almeno 50 chilogrammi può diventare donatore. È prevista una visita medica preliminare di controllo ed effettuiamo ogni volta sul sangue donato anche uno screening per valutare lo stato di salute del donatore.”

E ancora poi l’ulteriore chiarimento. “Una volta raccolto, il sangue viene testato per verificare l’assenza di malattie infettive e separato nei suoi componenti principali: globuli rossi, plasma e piastrine. Questi componenti vengono conservati e distribuiti ai reparti ospedalieri in base alle specifiche necessità. Ogni donazione può salvare fino a tre vite, poiché i diversi componenti del sangue possono essere utilizzati per trattare diverse condizioni. Il personale sanitario del SIMT al Grassi è sempre a disposizione per ogni dubbio o domanda utili a chiarire la grande efficacia di questo semplice gesto”. L’unità operativa all’interno del Grassi è aperta tutti i giorni. La Asl Roma 3 possiede un altro punto di raccolta che si trova presso il Poliambulatorio di Coni Zugna a Fiumicino, “operativo – spiega l’azienda in una nota – quando le associazioni di donatori sangue raggruppano un numero sufficiente di prenotazioni e comunque generalmente nella giornata di sabato”

ULTIME NOTIZIE

Il Quartiere Coppedè

Il Quartiere Coppedè, il più intrigante e misterioso dei quartieri romani. I simboli del Coppedè Con...

SPECIALE – Grand Prix Storico di Roma, sport e passione allo Stadio dei Marmi

Il bianco brillante dei marmi del Foro Italico ha fatto da sfondo al 3°...

Anna Magnani, icona della cinematografia mondiale ed immagine della Città Eterna: da 10 anni si rinnova il suo mito attraverso un prestigioso Premio

Quando, il 26 settembre del 1973, ad appena 65 anni dovette arrendersi ad un feroce tumore...

Anzio, avvicinano anziani al centro commerciale e li derubano: arrestate 2 ragazze. Caccia alle complici

Avvicinavano gli anziani in visita al centro commerciale di Anzio e con la scusa...

Continua a leggere su radioroma.it

NOTIZIE CORRELATE

Il Quartiere Coppedè

Il Quartiere Coppedè, il più intrigante e misterioso dei quartieri romani. I simboli del Coppedè Con...

Anzio, avvicinano anziani al centro commerciale e li derubano: arrestate 2 ragazze. Caccia alle complici

Avvicinavano gli anziani in visita al centro commerciale di Anzio e con la scusa...

Roma, 3 milioni per ristrutturare oltre 100 bagni pubblici: via libera al progetto

Bagni pubblici decorosi per turisti e romani. In vista del Giubileo un dovere per...