18.3 C
Roma

Lavoro, sempre più persone a rischio burnout: Roma seconda dopo Milano

In Italia sempre più persone avvertono sofferenze psicologiche sul posto di lavoro. Cresce il numero di chi si sente a rischio bornout. Roma è la seconda città per numero di richieste di aiuto, subito dopo Milano. Il Lazio in questa classifica arriva dopo la Lombardia.

Nel primo trimestre del 2024, l’Inail ha registrato oltre 22.000 denunce di malattie professionali associate a disturbi psichici e comportamentali, segnando un aumento del 17,9% rispetto allo stesso periodo del 2023. Il disagio psicologico collegato al lavoro si manifesta in varie forme, dai problemi nel bilanciare vita privata e lavorativa alla frustrazione per la mancanza di avanzamento professionale.

Lavoro, sempre più problemi psicologici

Questo disagio colpisce una vasta gamma di lavoratori italiani, che possono sviluppare stress, frustrazione, sindrome di burnout e altri disturbi psicologici. I dati in questo senso sono stati raccolti dal servizio di psicologia online Unobravo, che conferma questa tendenza.

Nel primo quadrimestre del 2024, il numero di persone che hanno segnalato disagio legato al lavoro è aumentato del 109,7% rispetto allo stesso periodo del 2023. In particolare, il 28,3% delle persone che si sono rivolte a Unobravo per supporto ha dichiarato di avere difficoltà in ambito professionale. Di questi, il 57,3% ha indicato che la sofferenza è direttamente generata dal lavoro, mentre il 10% ha attribuito al lavoro le principali complicazioni quotidiane.

I problemi legati al benessere lavorativo sono avvertiti soprattutto in Lombardia (27%) e Lazio (10,6%), ovvero le due regioni più popolose d’Italia, nonché poli lavorativi per eccellenza per la presenza di Milano e Roma. I dati raccolti da Unobravo mostrano come a livello provinciale la percentuale più elevata di coloro che dichiarano di avere problemi di natura psicologica legati alla sfera lavorativa si registri a Milano (13,2%).

Al secondo posto si posiziona la Città Metropolitana di Roma (8,2%), mentre al terzo si trova Torino (4,9%). Seguono Bologna (3,4%), Napoli (2,9%), Monza e Brianza (2,4%), Varese (2,1%), Bergamo (2%), Padova e Brescia (entrambe 1,9%).

Valeria Fiorenza Perris, psicoterapeuta e clinical director di Unobravo, ha spiegato: “Se non trattato, il malessere psicologico legato al lavoro può portare a sintomi fisici e a condizioni gravi che impattano e interferiscono negativamente sulla vita delle persone, come la sindrome di burnout. La sindrome si sviluppa in quattro fasi: entusiasmo e aspettative irrealistiche, stagnazione, frustrazione e apatia. Riconoscerle quanto prima è fondamentale per richiedere, per tempo e prima che la sindrome abbia un grave impatto sulla propria vita, l’intervento e il supporto di uno psicologo o di uno psicoterapeuta, figure che possono aiutare a ristabilire un equilibrio tra la vita privata e quella professionale”, conclude.

ULTIME NOTIZIE

Albania-Spagna, le probabili formazioni

Spagna già sicura del primo posto nel girone affronta l'Albania, ancora un corso per...

Lazio, Moggi (ag. Immobile): “Ciro-Lazio un matrimonio destinato a durare”

Lazio, Moggi (ag. Immobile): "Andremo sino alla scadenza" Alessandro Moggi, procuratore di Ciro Immobile, capitano...

UEFA EURO 2024, oggi si chiude il girone degli azzurri

UEFA EURO 2024, il programma del 24 giugno Ancora tutto aperto nel girone degli azzurri...

Incidente stradale a Roma, muore motocicilista di 56 anni

Incidente a Roma, ancora una volta una persona perde la vita sulle strade della...

Continua a leggere su radioroma.it

NOTIZIE CORRELATE

Roma, incontra l’amico e gli spara alle gambe: arrestato 58enne

Svolta nelle indagini sul ferimento a colpi di pistola di un uomo di 45...

Maltempo, nel Lazio lunedì allerta gialla per piogge e temporali

Dopo l'ondata di calore arriva il maltempo con un'allerta gialla per piogge e temporali...

Amministrative, seggi aperti per i ballottaggi: al voto Civitavecchia, Palestrina e Tarquinia

Seconda tornata elettorale per le amministrative: seggi aperti in 105 comuni italiani per i...