27.9 C
Roma

Virginia Raggi a processo: l’accusa di calunnia verso l’ex Ad di Ama

L’ex sindaca di Roma, Virginia Raggi, andrà a processo con l’accusa di calunnia per alcune dichiarazioni rilasciate nel 2022 contro l’ex amministratore delegato di Ama, Lorenzo Bagnacani. Il giudice per le udienze preliminari (GUP) di Roma ha deciso il rinvio a giudizio per Raggi, con la prima udienza fissata per l’11 settembre 2024. Si tratta di un nuovo capitolo nella controversia legale, una disputa che risale agli anni di amministrazione del Movimento 5 Stelle (M5S) a Roma.

Le origini del conflitto tra Raggi e Bagnacani

La disputa tra Virginia Raggi e Lorenzo Bagnacani ha avuto inizio durante il mandato dell’ex sindaca. Bagnacani, che ricopriva il ruolo di amministratore delegato di Ama, ha accusato Raggi di esercitare pressioni indebite per modificare il bilancio dell’azienda.

In particolare, Bagnacani ha registrato di nascosto un incontro con Raggi, in cui l’ex sindaca avrebbe tentato di far eliminare un credito di 18 milioni di euro che Ama vantava nei confronti del Comune di Roma.

Secondo Bagnacani, tali pressioni miravano a far apparire i conti dell’azienda più favorevoli, evitando così il pagamento del debito da parte del Comune.

Le accuse reciproche e il rinvio a giudizio

Interrogata nel 2022, l’ex sindaca ha contrattaccato sostenendo di essere stata lei stessa vittima di minacce da parte di Bagnacani e dell’allora assessore all’Ambiente, Pinuccia Montanari.

Raggi ha dichiarato ai magistrati che le pressioni subite miravano a farle approvare un bilancio che riconoscesse i crediti vantati da Ama, pena il rischio di fallimento dell’azienda e la sua eventuale privatizzazione.

Queste dichiarazioni hanno portato il giudice per le indagini preliminari (GIP) a disporre l’imputazione coatta di Bagnacani.

In risposta, Bagnacani ha denunciato l’ex sindaca per calunnia, sostenendo che le accuse contro di lui erano infondate e mirate a difendere l’ex sindaca da responsabilità amministrative.

Coinvolgimento di altri soggetti

La complessa vicenda giudiziaria non coinvolge solo Raggi e Bagnacani. Anche altri membri dell’amministrazione, parte del cosiddetto “cerchio magico” dell’ex sindaca, sono sotto inchiesta per concussione.

L’ex sindaca, ora ai margini del M5S e recentemente esclusa da una possibile candidatura alle elezioni europee, ha espresso il suo sconcerto e la sua rabbia per le accuse mosse contro di lei.

In una dichiarazione, Raggi ha ribadito di essere stata la prima a denunciare pubblicamente la situazione economica critica di Ama e a segnalare le presunte pressioni indebite alla Procura.

Raggi ha sottolineato come, dopo aver sostituito i vertici dell’azienda, il nuovo bilancio abbia rivelato un deficit di 250 milioni di euro, attribuendo la responsabilità alla gestione precedente. Inoltre, ha evidenziato come il pubblico ministero avesse inizialmente richiesto l’archiviazione del caso e successivamente una sentenza di non luogo a procedere.

ULTIME NOTIZIE

Esame di maturità, oggi la seconda prova: le tracce

Platone al liceo classico, due problemi e otto quesiti per il liceo scientifico. Oggi...

Aggressione a giovani di Rete Studenti medi, individuati i responsabili

Sono stati individuati dalla digos i responsabili dell’aggressione ai danni di giovani studenti della...

Tentato omicidio a Tor Bella Monaca: 3 arresti

I fatti risalgono allo scorso maggio e portano a Tor Bella Monaca, una delle...

Roma, sequestrati di oltre 38 kg di droga: due arresti

38 chili di droga sequestrati nelle scorse ore, a Roma. Ieri, durante un'operazione volta...

Continua a leggere su radioroma.it

NOTIZIE CORRELATE

Esame di maturità, oggi la seconda prova: le tracce

Platone al liceo classico, due problemi e otto quesiti per il liceo scientifico. Oggi...

Caldo record, nel Lazio attività lavorative all’aperto vietate dalle ore 12.30 alle 16: l’ordinanza di Rocca

Troppo caldo nel Lazio, stop ai lavori all’aperto dalle 12.30 alle 16. È quanto...

Casa Sociale degli anziani, firmata oggi la prima Convenzione nel Municipio I

Luoghi di aggregazione e propulsione della vita sociale, culturale e ricreativa delle persone anziane...