21.6 C
Roma

Roma, Patanè su bit a 2 euro: “Per noi serve differenziazione, ma decide la Regione”

A Roma l’aumento del costo dei Bit – i biglietti per il trasporto pubblico – sembra imminente. Il prezzo salirà a due euro, come ha confermato il sindaco di Roma Gualtieri poche settimane fa. Intervistato dall’Adnkronos, l’assessore capitolino ai Trasporti Eugenio Patanè ha dichiarato in merito: “Mancano 22 milioni per coprire i costi: o vengono messi da un aumento del Fondo nazionale dei trasporti del Governo oppure devono essere coperti in altra forma, ovvero con l’aumento tariffario. Se ci dovesse essere un aumento del biglietto, la nostra proposta, ma decide la Regione, è che possa essere differenziato tra residenti e non residenti e con la diminuzione degli abbonamenti annuali”.

Tram fermi a Roma da giugno a ottobre

Parlando di trasporti, l’assessore Patanè ha affermato che “da giugno a ottobre i tram saranno fermi perché stiamo rifacendo il deposito di porta Maggiore per i nuovi tram che saranno più lunghi e confortevoli”. E aggiunge: “Sapevamo fin dall’inizio che il 2024 sarebbe stato l’anno zero dei trasporti perché tutto il lavoro di preparazione amministrativo, finanziario ed economico fatto nei primi 6 mesi della legislatura sarebbe arrivato in questo anno a destinazione e sarebbero iniziati i cantieri”.

Aggiunge Patanè: “Stiamo finendo di sostituire i binari della metro A e la metro chiude alle 21, faremo il restyling tutte le 27 stazioni della metro ma iniziamo con Spagna e Ottaviano, che chiuderanno, e Cipro, le più interessate per il Giubileo. Sarà chiusa fino a giugno Vittorio Emanuele dove stiamo rifacendo gli impianti di traslazione”.

Sicurezza nelle metro

L’assessore ha poi parlato della sicurezza, in particolare nelle metro, dove verranno installate telecamere intelligenti: “Telecamere con riconoscimento facciale in metro? ‘No, è illegale. Stiamo al lavoro con le aziende che si occupano di cybersicurezza, grazie anche al 5 G che stiamo mettendo in tutte le stazioni della metro, sulle telecamere intelligenti che riconoscono comportamenti sospetti. In poche parole se notano qualcuno particolarmente violento in banchina possono segnalarlo così da consentire l’intervento della vigilanza”.

Conclude: ”Atac ha fatto un bando molto importante per un totale di 93,5 milioni di euro, diviso in due lotti per la vigilanza armata, non armata e la sicurezza antincendio. Un bando che dura 3 anni per la sicurezza in banchina e in stazione ma nell’anno del Giubileo ci sarà un rafforzamento con 3mila turni in più, circa un 10% in più di personale addetto alla vigilanza”.

ULTIME NOTIZIE

Il Quartiere Coppedè

Il Quartiere Coppedè, il più intrigante e misterioso dei quartieri romani. I simboli del Coppedè Con...

SPECIALE – Grand Prix Storico di Roma, sport e passione allo Stadio dei Marmi

Il bianco brillante dei marmi del Foro Italico ha fatto da sfondo al 3°...

Anna Magnani, icona della cinematografia mondiale ed immagine della Città Eterna: da 10 anni si rinnova il suo mito attraverso un prestigioso Premio

Quando, il 26 settembre del 1973, ad appena 65 anni dovette arrendersi ad un feroce tumore...

Anzio, avvicinano anziani al centro commerciale e li derubano: arrestate 2 ragazze. Caccia alle complici

Avvicinavano gli anziani in visita al centro commerciale di Anzio e con la scusa...

Continua a leggere su radioroma.it

NOTIZIE CORRELATE

Il Quartiere Coppedè

Il Quartiere Coppedè, il più intrigante e misterioso dei quartieri romani. I simboli del Coppedè Con...

Anzio, avvicinano anziani al centro commerciale e li derubano: arrestate 2 ragazze. Caccia alle complici

Avvicinavano gli anziani in visita al centro commerciale di Anzio e con la scusa...

Roma, 3 milioni per ristrutturare oltre 100 bagni pubblici: via libera al progetto

Bagni pubblici decorosi per turisti e romani. In vista del Giubileo un dovere per...