32.1 C
Roma

Scambio di zaini durante la colazione: il nuovo trucco dei ladri alla stazione Termini

Prima un giro di perlustrazione nella stazione Termini poi la colazione al bar accomodandosi “casualmente” vicino allo zainetto di un viaggiatore. Ecco quindi lo scambio di borse, una vuota l’altra con computer e hard disk portatile per un bottino da migliaia di euro. Colpo fallito grazie all’intervento di un poliziotto in borghese che ha seguito le mosse del ladro fin dall’inizio.

Scambio di zaini durante la colazione: il nuovo trucco dei ladri alla stazione Termini

E’ accaduto lo scorso 24 aprile durante un’operazione “alto impatto” che ha visto in azione personale della Questura di Roma e della Polizia Ferroviaria nell’area interna ed esterna alla stazione di Roma Termini.

A notare un giovane sospetto è stato un agente che si trovava in servizio in abiti civili all’interno dell’Ala Mazzoniana della Stazione Termini. L’attenzione dell’uomo che si aggirava con fare palesemente circospetto, era tutta per i viaggiatori. Dopo un primo “monitoraggio” l’uomo è entrato in un bar dello scalo ferroviario e si è seduto accanto ad un uomo che faceva colazione.

Leggi anche: Roma, minaccia e aggredisce poliziotta dopo tamponamento: rintracciato dalla targa

Un tempo sufficiente per far scattare lo stratagemma e mettere a segno il furto. Con notevole destrezza, il giovane ha infatti scambiato lo zaino che aveva con sé con quello dell’avventore, poi ha lasciato velocemente dal bar per imboccare l’uscita su Via Giolitti. A seguire le mosse passo passo c’era però l’agente che ha bloccato il ladro finito in manette in flagrante per furto aggravato.

La vittima derubata è quindi andata presso gli Uffici della Polfer di Roma Termini per sporgere regolare denuncia e riprendere possesso del proprio zaino del valore di 250 euro. All’interno un pc portatile marca Microsoft Surface con mouse, hard disk portatile e cavi per un valore ammontante a 3.500 euro. Più documenti di varia natura ed altri effetti personali.

Circondano coppia di turisti per sfilargli il cellulare in metro: bloccati

Due giorni dopo gli agenti della Squadra di Polizia Giudiziaria Compartimentale durante un servizio anti borseggio nella metro A hanno tratto in arresto due persone che avevano preso il cellulare ad un turista.

Gli agenti seduti tra i passeggeri della metro diretta a Ottaviano si sono accorti dell’arrivo di due volti “noti” pronti ad accodarsi a una coppia di turisti stranieri con un voluminoso trolley. I due si sono quindi posizionati uno di fronte e l’altro alle spalle degli ignari viaggiatori per entrare in azione durante la fase della sosta alla fermata di Barberini.

Uno di loro, coperto dai movimenti del complice, con mossa fulminea è riuscito a prendere un telefono cellulare, un Iphone 14 pro del valore di circa 1.900 euro, dalla tasca anteriore sinistra del turista opportunamente circondato. I due sono quindi scesi frettolosamente dal convoglio ma sono stati bloccati e arrestati.

ULTIME NOTIZIE

Roma, al via Vinoforum 2024: fino a domenica al Circo Massimo

Degustazioni, master class, cene con grandi chef tutto nella cornice del Circo Massimo a...

Roma tra migliori città per studenti universitari

Roma, insieme a Milano e Torino, è tra le migliori città studentesche italiane, nella...

Incendio al Palazzaccio, Corte di Cassazione evacuata

Un incendio è divampato poco prima del mezzogiorno all'interno di alcuni uffici al terzo...

Tenta di arrampicarsi su Fontana di Trevi, bloccato

Voleva salire su uno dei cavalli ornamentali della Fontana di Trevi, ma è stato...

Continua a leggere su radioroma.it

NOTIZIE CORRELATE

Piromane al centro di Roma, colto con petardo in tasca

Piromane al centro di Roma, beccato perfino con petardo in tasca. Paura nel cuore della...

Roma, segue una donna a casa e la violenta nei lavatoi del palazzo: arrestato 32enne

Sfuggita alle molestie per strada aveva cercato rifugio nel palazzo di casa, ma il...

Va in vacanza e abbandona la madre disabile che muore di stenti: arrestata la figlia

Invece di occuparsi della madre invalida e non autosufficiente ha fatto le valige per...