Home NOTIZIE CRONACA Anzio, smontava auto rubate in garage: arrestato 34enne

Anzio, smontava auto rubate in garage: arrestato 34enne

controlli
AUTO CARABINIERI 112 AUTOMOBILE MACCHINA VOLANTE

Smontava auto rubate in garage e poi ne rivendeva i pezzi attraverso varie app di messaggistica. Per questo un uomo di 34 anni, di nazionalità italiana, è stato arrestato ad Anzio I Carabinieri della Stazione di Anzio. L’uomo, infatti, è gravemente indiziato del reato di riciclaggio.

La cronaca a Roma 

Durante un’operazione perlustrativa, i militari hanno individuato la residenza dell’indagato, situata nei pressi di via Andreina. Nel retro della casa, all’interno di un garage, è stata scoperta una piccola officina meccanica.

Anzio, smontava le macchine e rivendeva i pezzi di ricambio

carabinieri roma pattuglie

La successiva perquisizione all’interno della casa ha rivelato la presenza di una Fiat Panda con vari componenti già smontati. Approfondite indagini sul veicolo hanno rivelato che era stato rubato lo scorso 18 novembre nella provincia di Latina.

Inoltre, è emerso che l’uomo aveva avviato diverse compravendite di pezzi di ricambio per auto attraverso varie applicazioni di messaggistica. Sia l’officina che l’auto smontata sono state sequestrate. Dopo l’identificazione, l’uomo è stato condotto presso il carcere di Velletri, a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Nuovo arresto ad Anzio

Un nuovo arresto ad Anzio, dopo quello dello scorso 15 novembre, quando i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Anzio hanno messo fine alle attività illegali di un 40enne nigeriano, sorpreso in possesso di oltre 400 grammi di eroina destinati allo spaccio.

Il domicilio dell’uomo era stato individuato e sottoposto a controllo, rivelando una riserva di oltre 400 grammi di eroina, suddivisi in 41 ovuli di varie dimensioni e qualità.

Oltre alle sostanze stupefacenti, i Carabinieri avevano rinvenuto e sequestrato materiale per il confezionamento, cinque telefoni cellulari e la somma di 1.870 euro in contanti, sospettati di essere provento delle attività di spaccio pregresse. L’individuo, una volta identificato, è stato trasferito al carcere di Velletri.