Home NOTIZIE CRONACA Roma, ragazza aggredita sulla Casilina: palpeggiata e con le braccia bloccate da...

Roma, ragazza aggredita sulla Casilina: palpeggiata e con le braccia bloccate da uno sconosciuto

Roma, ragazza aggredita sulla Casilina: palpeggiata e con le braccia bloccate da uno sconosciuto
una pattuglia della polizia

Sono stati momenti di terrore quelli vissuti da una ragazza di 23 anni a Roma. La giovane si trovava in via Casilina quando è stata aggredita da uno sconosciuto che l’ha palpeggiata e poi, bloccandole le braccia, ha tentato di portarle via il telefono cellulare.

Ragazza aggredita sulla Casilina a Roma: 37enne arrestato per violenza sessuale e tentata rapina

La ragazza è riuscita a scappare trovando rifugio in un cantiere poi ha contattato un collega che è stato a sua volta aggredito dall’uomo. Infine i due hanno chiamato il 112 facendo arrivare sul posto gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Porta maggiore che hanno rintracciato il sospetto.

Leggi anche: Cucine da incubo a Roma, insetti ed escrementi di topo tra i fornelli: chiuso ristorante a Torpignattara

Il presunto aggressore un cittadino peruviano di 37 anni è stato quindi arrestato poiché gravemente indiziato dei reati di violenza sessuale e rapina ai danni della giovane.

Palpeggiata e con le braccia bloccate da uno sconosciuto che tenta di prenderle il cellulare

Secondo quanto ricostruito la vittima si trovava in via Casilina per motivi di lavoro, quando è avvenuta l’aggressione. Un uomo a lei sconosciuto l’avrebbe palpeggiata e poi, bloccandole le braccia, avrebbe tentato di portarle via il telefono cellulare, senza riuscirci.

La fuga in un cantiere e l’arrivo del collega, aggredito anche lui

La donna che ha subito reagito tentando di allontanare l’aggressore, dopo la colluttazione, è fuggita sempre su via Casilina, trovando rifugio in un cantiere. Da lì è riuscita a contattare telefonicamente un suo collega di lavoro, che è giunto poco dopo in soccorso. Il collega della vittima quindi ha cercato un approccio con l’aggressore, ma è stato a sua volta aggredito.

L’intervento della polizia

polizia roma

I due a questo punto si sono allontanati di un centinaio di metri e hanno contattato il numero di emergenza 112 e, nel giro di pochissimi minuti, è intervenuta una pattuglia, che si è recata presso il cantiere, dove ha rintracciato l’uomo, che è stato identificato e controllato.

Alla fine degli accertamenti il soggetto è stato portato presso gli uffici di polizia dove è stato arrestato e una volta convalidato l’arresto dal Gip, l’uomo è stato sottoposto alla misura della custodia cautelare in carcere.