Home NOTIZIE CRONACA Ruba la borsa di una turista davanti al Colosseo, 27enne localizzato dalla...

Ruba la borsa di una turista davanti al Colosseo, 27enne localizzato dalla app del telefono e denunciato

controlli della polizia locale Colosseo

Un momento di distrazione mentre passeggiava con marito e figlio nel cuore di Roma e la borsa sparisce. Un furto che ha messo in difficoltà una famiglia di turisti in visita nell’area del Colosseo nel pomeriggio di ieri giovedì 23 novembre.

Ruba la borsa di una turista davanti al Colosseo

La coppia di turisti indiani, con il figlio minorenne, si è guardata intorno e nella folla di persone ha visto degli uomini in divisa e li ha avvicinati. Scossi e preoccupati gli stranieri hanno spiegato ad una pattuglia dell’unità Spe (Sicurezza Pubblica Emergenziale) della Polizia di Roma Capitale cosa era accaduto poco prima.

Leggi anche: Adescava donne sui social, poi minacce e violenze: denunciato un 38enne

Gli agenti impegnati nei controlli antiabusivismo nell’area archeologica del Colosseo hanno raccolto la denuncia del furto di una borsa, all’interno della quale erano presenti carte di credito, soldi, cellulare e altri oggetti e si sono messi subito alla ricerca del ladro.

Telefono rubato localizzato con un’app a Colle Oppio

Foto 1
controlli della polizia locale al Colosseo. Immagine di repertorio

L’esperienza sul campo dei caschi bianchi ha trovato presto una possibile soluzione per rintracciare il bandito e la refurtiva. La localizzazione dispositivo della donna derubata tramite un’applicazione che il marito della vittima aveva sul cellulare.

E così grazie alla tecnologia, il telefono rubato è stato individuato nella zona del Parco di Colle Oppio, a pochi passi dal Colosseo dove verosimilmente il ladro è scappato una volta messo a segno il colpo.

Trovati spasi sul prato borsa ed effetti personali: 27enne denunciato per ricettazione

La pattuglia insieme ai malcapitati si è recata sul posto indicato dall’app e dopo un giro di perlustrazione gli agenti hanno notato un uomo che sembrava avere un atteggiamento sospetto. Un algerino di 27 anni che, alla richiesta di mostrare i documenti ha iniziato ad agitarsi e in modo maldestro, ha lasciato cadere dalla sua tasca il cellulare riconosciuto subito dalla donna derubata come proprio.

A pochi passi dal 27enne, sparsi sul prato, sono stati trovati altri effetti personali della vittima del furto, che è potuta rientrare in possesso di tutto. Gli agenti hanno quindi denunciato il giovane per ricettazione, reato di cui dovrà rispondere all’autorità giudiziaria.