Home NOTIZIE ATTUALITÀ Rischio alluvioni, Roma al primo posto: i quartieri più a rischio

Rischio alluvioni, Roma al primo posto: i quartieri più a rischio

Roma è la prima città italiana per rischio alluvioni. Lo dicono i numeri: dal 2010 ad oggi, nel Lazio, si sono verificati 136 eventi estremi, come allagamenti, trombe d’aria, esondazioni fluviali di cui 66 a Roma.

La cronaca di Roma

I dati sono stati resi noti nel corso quinto Forum di Legambiente sulla base di un’indagine condotta da Ispra. Con 66 eventi climatici estremi, Roma è la città italiana più colpita. Il che la rende anche la più a rischio per il futuro.

I quartieri più a rischio

rischio alluvioni

Nel corso del quinto Forum di Legambiente sono emersi anche i quartieri più a rischio alluvioni e allagamenti. Sono: a sud-ovest Ostia, Acilia, Casal Palocco, Infernetto, Eur Torrino, Tor di Valle; a est Tiburtina e Prenestina; a nord Settebagni, Labaro, Salaria e Tiberina, centrali Villaggio Olimpico, Corso Francia, Via Guido Reni.

Rischio alluvioni, dati in crescita

I dati di eventi estremi come allagamenti, trombe d’aria ed esondazioni fluviali sono in costante aumento negli ultimi anni. Lo ha evidenziato il presidente di Legambiente Lazio, Roberto Scacchi: “Negli ultimi anni “si e’ ridotto il tempo di ritorno tra un fenomeno meteorologico e l’altro. Dal 2010 al 2022, infatti, in 780 Comuni italiani si sono verificati 1.503 eventi estremi. E’ un numero sempre più in aumento, specialmente se si guarda alle politiche di consumo del suolo. Negli anni passati per trovare dati così allarmanti dovevamo andare indietro di quarant’anni”.

Ha aggiunto: “Roma è la città più colpita da eventi estremi legati all’acqua, ed è quindi da qui che bisognerebbe rispondere con più forza, con politiche di mitigazione delle conseguenze, con la messa in sicurezza di un’enorme porzione di territorio e con progetti di rinaturalizzazione e de-impermeabilizazione del suolo”.