Home VIDEO INTERVISTE Claudia Taccani, responsabile ufficio legale Oipa e portavoce del Presidente a...

Claudia Taccani, responsabile ufficio legale Oipa e portavoce del Presidente a Non Solo Roma – 25/09/2023

NELLA CAPITALE DUE MICROCHIP DAY: LE GIORNATE GRATUITE ORGANIZZATE DA OIPA CON L’OBIETTIVO DI COMBATTERE IL RANDAGISMO

Ospite in collegamento Claudia Taccani, responsabile ufficio legale Oipa e portavoce del Presidente

L’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa) di Roma organizza due Microchip Day, giornate durante le quali si potranno microchippare gratuitamente di cani e gatti iscrivendoli contestualmente all’Anagrafe canina regionale. L’appuntamento per ottenere la “carta d’identità” del proprio pet è già stato domenica 24 settembre al Rifugio Code Felici, in zona Settebagni, ma è già prevista la seconda giornata domenica 1 ottobre al mercatino di Conca d’Oro, in via Conca d’Oro 143.

Ogni intestatario potrà fare microchippare massimo tre animali. Chi desidera applicare il microchip al proprio cane o gatto potrà presentarsi sul posto dalle 10 alle 14, dove troverà i volontari dell’Oipa e un veterinario che, senza alcuna spesa, oltre a inserire il chip iscriverà l’animale all’Anagrafe. In totale saranno a disposizione 200 microchip offerti all’Oipa da Slais Animal Health.

«Il microchip è obbligatorio per i cani e la sua mancanza è sanzionata», spiegano da OIPA «Anche se non vi è obbligo di legge per i gatti, noi auspichiamo comunque l’impianto anche su di loro poiché consente di rintracciare l’intestatario in caso di smarrimento, circostanza purtroppo non rara nel caso di gatti di casa lasciati liberi di uscire. La lettura del microchip può essere svolta dai Servizi veterinari delle Asl e dagli ambulatori veterinari privati muniti del lettore».

Cani, gatti e furetti con microchip sono registrati nella Banca dati dell’Anagrafe degli animali d’affezione gestita dal Ministero della Salute. Dalle cifre del data base emerge come nel Lazio, a fronte di 1.144.595 di cani microchippati, i gatti sono appena 21.306, senza considerare i furetti, che sono 100 (dati del 22.9.2023). Per questo motivo l’Oipa chiede da tempo che anche per gatti e furetti sia introdotto l’obbligo di microchippatura, efficace strumento per combattere il randagismo.