Home NOTIZIE TECNOLOGIA iPhone potrà parlare con la nostra voce: come funziona la nuova funzionalità

iPhone potrà parlare con la nostra voce: come funziona la nuova funzionalità

apple

Apple ha svelato un’anteprima delle nuove funzionalità che saranno introdotte con l’arrivo di iOS 16.5, focalizzandosi sull’accessibilità cognitiva, visiva, uditiva e per la mobilità. Tra le interessanti novità annunciate, spicca la possibilità di ricreare la propria voce dopo appena 15 minuti di training.

Questa innovazione è stata sviluppata per supportare le persone che potrebbero perdere la capacità di parlare, offrendo loro la possibilità di creare una voce sintetizzata con cui comunicare con amici e familiari. Il processo di training consiste nel leggere ad alta voce una serie di messaggi di testo per un totale di 15 minuti su dispositivi iPhone e iPad. La funzione si integra con Live Speech, consentendo agli utenti di digitare ciò che desiderano dire e farlo leggere con la loro voce sintetizzata personalizzata.

Apple ha sottolineato che questo sistema sfrutta l’apprendimento automatico sul dispositivo per mantenere le informazioni degli utenti private e sicure, garantendo un alto livello di sicurezza e riservatezza dei dati personali. Oltre a questa importante novità, Apple ha introdotto semplificazioni nelle sue app principali come Telefono, FaceTime, Messaggi, Fotocamera, Foto e Musica, attraverso la nuova funzionalità chiamata Assistive Access. Questa modalità mira a ridurre il carico cognitivo offrendo pulsanti ad alto contrasto, etichette testuali di grandi dimensioni e strumenti di accessibilità aggiuntivi.

Apple ha implementato inoltre una nuova modalità di rilevamento in Magnifier, pensata per aiutare le persone non vedenti o ipovedenti a interagire con oggetti fisici grazie a numerose etichette testuali. La società ha annunciato anche altre interessanti funzionalità per i dispositivi Mac, tra cui la possibilità di associare dispositivi acustici Made for iPhone a un Mac e la regolazione delle dimensioni del testo in app come Finder, Messaggi, Posta, Calendario e Note.

G.