Home NOTIZIE CRONACA Roma, covo dello spaccio in piena campagna: telecamere e recinto per difendere...

Roma, covo dello spaccio in piena campagna: telecamere e recinto per difendere la droga

Tutto casa e bottega il 49enne italiano arrestato per spaccio a Guidonia Montecelio. L’uomo utilizzava casa come deposito della droga che vendeva nel bar dall’altra parte della strada. Gli bastava aprire un cancelletto per arrivare dall’appartamento al locale dove incontrava i clienti. Gli agenti del commissariato distaccato di Tivoli, venuti a conoscenza di una fiorente attività di spaccio, lo hanno arrestato e sequestrato oltre un chilo di cocaina. 

Nei dintorni di Palestrina invece è stato scoperto un “bunker dello spaccio”. Tre italiani  un 40enne e due 20enni avevano trasformato un vecchio fabbricato di campagna, in centro di smercio di sostanze stupefacenti, con tanto di recinto esterno e telecamere di sorveglianza per controllare la strada. Gli investigatori del commissariato Frascati sono riusciti a condurre l’operazione eludendo le videocamere e arrestando i sospettati sorpresi mentre stavano spacciando. Al termine dell’attività i poliziotti hanno sequestrato diverse dosi di cocaina e crack, oltre a circa 2mila euro di denaro in contante. Anche in questo caso gli arresti sono stati convalidati.

(eg)