Home VIDEO REPLICHE Elon Musk ha licenziato Esther Crawford, la dipendente che dormiva in ufficio

Elon Musk ha licenziato Esther Crawford, la dipendente che dormiva in ufficio

Da quando Elon Musk è diventato CEO di Twitter la piattaforma di micro blogging ha subito decine di modifiche tecniche e organizzative a livello aziendale. Il social network dell’uccellino blu sta ricevendo grandi critiche da parte di tanti giornalisti e opinion leader che da quando si è insediato Musk stanno notando tante incongruenze e scelte poco chiare per il futuro della piattaforma.

Ultimo episodio finito sui quotidiani di tutto il mondo è il licenziamento di Esther Crawford, la dipendente che qualche mese fa era diventata famosa a causa di uno scatto “rubato” che è andato virale e che la ritrae a dormire dentro un sacco a pelo in una sala riunioni dell’azienda. Entrata in Twitter a fine 2020 a seguito dell’acquisizione di Squad, app di screensharing e direct messaging da lei stessa co-fondata.

“Quando il tuo team lavora 24 ore su 24 per rispettare le scadenze, a volte dormi dove lavori”, aveva cinguettato lei. “Siamo stati nel mezzo di una pazza acquisizione pubblica da mesi, ma andiamo avanti e sono così orgogliosa della nostra forza e resilienza” affermava felice la donna. Nonostante ciò la Crawford sarebbe stata licenziata insieme ad altri suoi colleghi durante l’ultimo round di licenziamenti voluto da Musk: un taglio di 200 lavoratori che ha portato la forza lavoro della piattaforma a passare da 7mila a sole 2 mila unità. Nella puntata di oggi di Social Trend parliamo del licenziamento di Esther Crawford e del futuro di Twitter tra Elon Musk ed altre novità in arrivo.