Home NOTIZIE CRONACA Viale Jonio, tassista rapinato: è caccia al responsabile

Viale Jonio, tassista rapinato: è caccia al responsabile

Un'indagine interna accerta: solo il 25% delle multe viene incassato

L’ultimo episodio risale a venerdì scorso, ma potrebbe essere solo l’ultimo di una lunga serie. A viale Jonio, quadrante nord di Roma, un tassista è stato rapinato con una pistola puntata alla testa. Non è la prima volta che accade, è il responsabile potrebbe essere sempre lo stesso.

Il modus operandi è questo: il rapinatore prende una corsa, poi, seduto sul sedile posteriore del passeggero punta una pistola al tassista che, terrorizzato, asseconda ogni richiesta. E’ stato proprio il guidatore dell’auto bianca, 52 anni, ad allertare la polizia.

La paura gli ha impedito di ricordare con esattezza il volto dell’uomo, scappato subito dopo la rapina. Gli investigatori sono da tempi sulle tracce del rapinatore seriale di tassisti. Al momento non è stato possibile ricostruire le sembianze del bandito, ancora a piede libero.

Il tassista aggredito, riporta il Messaggero, ha detto agli investigatori: “Ho preso la corsa alla stazione Termini. Quell’uomo era vestito bene e non ci ho pensato minimamente che potessi rimanere vittima di una rapina. Mi ha detto di portarlo a viale Jonio. Quando siamo arrivati sembrava tutto normale. Lui sembrava un cliente qualsiasi. Al momento del pagamento ha estratto una pistola semiautomatica e me l’ha puntata in testa. Ho avuto tanta paura. Ho iniziato a tremare. Gli ho dato tutto l’incasso sui 100 euro. Poi è fuggito a piedi e non l’ho più visto”, conclude.

G.