Home SPORT ALTRI SPORT Lazio Nuoto, Iacopo Spagnoli è il nuovo allenatore della squadra femminile

Lazio Nuoto, Iacopo Spagnoli è il nuovo allenatore della squadra femminile

La Lazio Nuoto femminile ha un nuovo allenatore. Si tratta di Iacopo Spagnoli, romano, da anni nello staff biancoceleste, succede a Enrico Alonzi, tornato dietro la scrivania di direttore dell’Urbe Roma Club dopo un periodo da traghettatore di lusso della squadra biancoceleste. A Spagnoli sarà affidata la prima squadra e lo sviluppo dell’intero settore femminile, che nella passata stagione è partito ufficialmente con la prima, storica iscrizione al campionato U14 da parte della Lazio.

Oltre a curare totalmente il settore femminile, Spagnoli si occuperà anche dell’avviamento alla pallanuoto alla Garbatella, coadiuvando coach Claudio Sebastianutti nella delicata gestione dei rapporti e dello storico impianto da poco tornato a vestire i colori biancocelesti.

Spagnoli, le dichiarazioni

Il nuovo allenatore biancoceleste Iacopo Spagnoli ha spiegato il motivo della sua decisione: “Per me è stata una scelta semplice. La Lazio è la mia casa, la mia passione. In estate ho ricevuto diverse offerte, anche molto allettanti, ma dopo tanti anni di settore giovanile qui, sono entusiasta di intraprendere questa nuova avventura. La società è fortemente motivata a far bene con la prima squadra in A2 e allo stesso tempo crescere con tutto il settore femminile”.

“L’obiettivo è diventare nel giro di qualche anno una realtà di vertice anche con le ragazze. La sfida è avvincente, siamo una società con 122 anni di storia ed è doveroso avviare un’attività d’élite anche con la femminile. Siamo già al lavoro per formare il roster della prima squadra. Oltre alle conferme delle atlete già in rosa, abbiamo chiuso per Lidia Casado e ci sono altre novità in arrivo”, ha aggiunto Spagnoli.

Il mister ha poi concluso parlando degli obiettivi stagionali: “Sicuramente migliorare il piazzamento dello scorso campionato, salvandoci il prima possibile e di conseguenza lottare per qualcosa di più importante. Sono convinto che lavorando duramente durante la settimana, con lo spirito giusto, possiamo essere un avversario ostico per tutte le squadre che affronteremo”.

G.