Home PROGRAMMI LA VOCE DI ROMA La Voce di Roma – Puntata di Venerdì 24 Novembre 2023

La Voce di Roma – Puntata di Venerdì 24 Novembre 2023

La Voce di Roma – puntata del 24.11.2023

La puntata si apre con un video della comica Francesca La Spina
che introduce l’argomento del primo blocco: Tmb Salaria. La
questione è delicata e presenta non poche preoccupazioni per i
cittadini del III Municipio, in particolar modo per gli abitanti del
quartiere Villa Spada, Fidene e Castel Giubileo.
Ama vuole rimettere in funzione l’ex Tmb di Via Salaria con la
presentazione di un progetto per trasformare parte del sito in un
impianto per il recupero delle terre di spazzamento delle strade,
tutto questo a quasi 5 anni dell’incendio che lo ha distrutto
rendendolo inutilizzabile.
Questo impianto infatti era utilizzato per il trattamento
dell’indifferenziato provocando per anni l’ira dei cittadini che
hanno subito i miasmi dell’impianto che si trova a soli 50 metri
dalla prima casa e a 150 metri dall’asilo
Discutono in questo primo blocco Fioravanti Simona,
Osservatorio del Comitato di quartiere di Fidene che rappresenta
tutta la contrarietà della popolazione limitrofa all’ex Tmb Salario
che assolutamente non vuole la riapertura dell’impianto.
Numerosi gli ospiti in studio che si confrontano in questa puntata
de “la Voce di Roma “come Daniela Ballico consigliere comunale
Ciampino Lega, Trabucco Giorgio capogruppo Lista Gualtieri,
Stefano Tozzi consigliere Municipio Fdl e Paolo Ferrara consigliere
comunale Municipio M5S.
Da remoto Flavia de Gregorio capogruppo lista Caledda, Augusto
Caratelli presidente comitato difesa Esquilino/Monti e Luigi
Avveduto consigliere comunale VII Udc.

Secondo argomento della puntata è quello delle Baby Gang della
stazione Termini.
Sempre più frequenti episodi di violenza nella zona della stazione
Termini, Monti ed Esquilino da parte di gruppi di giovanissimi
ragazzi spesso extracomunitari che vivono di criminalità,
derubando i passanti di telefoni cellulari, soldi ed oggetti di
valore.
Sempre più frequenti in tutte le nostre città atti di bullismo e
violenza nelle scuole, un disagio giovanile sempre più
prorompente ed evidente, figli di genitori spesso assenti sia nelle
famiglie benestanti che in quelle disagiate. Ragazzi che così soli
sono consolati dalla realtà medianica dei Social e della Musica
Trap con i testi che evocano molto spesso droga e violenza.
Ci si sofferma anche su come i social molto spesso influenzino
negativamente i ragazzi, mostrando una realtà distorta fatta di
perfezione estetica a tutti i costi, denaro facile e criminalità che
rende le persone “fiche” e accettate.
Una situazione che sta andando fuori controllo e si denuncia in
studio come i controlli da parte delle forze dell’ordine siano
troppo pochi o inesistenti e come molte di queste persone che
delinquono non siano nemmeno censite nella popolazione.
Un argomento complesso e ricco di sfaccettature, affrontato con
la massima serietà dagli ospiti e dalla professionalità del conduttore Luca Bedini.