Home NOTIZIE CRONACA Cinghiali a Villa Pamphili, l’Oipa: “Occorre trasparenza”

Cinghiali a Villa Pamphili, l’Oipa: “Occorre trasparenza”

ANIMALI FAUNA CINGHIALE

Gli otto cinghiali narcotizzati e catturati a Villa Pamphili verranno uccisi in queste ore. A renderlo noto ‘fonti regionali’. La presenza dei cinghiali negli ultimi giorni aveva costretto a chiudere alcune delle entrate della villa. La decisione di sopprimere gli ungulati, però, ha da subito trovato l’accesa contestazione degli animalisti.

L’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa) ha in merito diramato un comunicato attraverso il quale chiede trasparenza: “Apprendiamo da notizie di stampa che “saranno abbattuti entro 48 ore” i cinghiali catturati a Villa Doria Pamphilj il 18 gennaio poiché, secondo “fonti regionali”, gli animali “pur non essendo in zona rossa, le erano molto vicino””.

Si legge ancora nella nota: “Ci chiediamo cosa impedisca alle Amministrazioni intervenute nella decisione e nelle procedure (Regione Lazio, Asl, Comune di Roma, Municipio Roma 12) di fare chiarezza, di essere trasparenti con i cittadini. Finora non abbiamo letto note ufficiali sulla vicenda, se non qualche scarna dichiarazione a mezzo stampa del presidente del Municipio, Elio Tomassetti, che ha dichiarato che gli animali sarebbero stati “portati altrove”.

L’Oipa torna a chiedere “alle istituzioni un’azione di prevenzione e non di persecuzione di una specie che si sta presentando nei centri abitati solo a causa di una scorretta gestione del territorio. Gli abbattimenti non sono la soluzione al problema della proliferazione dei cinghiali, ma la causa, come attestano etologi, zoologi, naturalisti”, fa sapere l’associazione.

G.