Home NOTIZIE CRONACA Roma, ladri scoperti alla Borghesiana: nella fuga tentano di investire i poliziotti

Roma, ladri scoperti alla Borghesiana: nella fuga tentano di investire i poliziotti

Una coppia di ladri è finita in manette dopo aver tentato di investire i poliziotti che li avevano scoperti. Nell’auto usata per la fuga c’era un jammer, strumento utilizzato dai ladri per inibire il segnale antifurto.

I due avevano appena messo a segno un furto in appartamento a Roma in zona Borghesiana e stavano scappando quando sono stati intercettati dalle volanti della Polizia. Gli agenti della sezione Volanti hanno notato un’auto di grossa cilindrata ferma con una persona a bordo lato guida, mentre un altro individuo stava scavalcando il muro di cinta di una casa. All’arrivo degli agenti l’uomo è entrato frettolosamente in auto e, per darsi alla fuga, ha cercato di investire i poliziotti, che però sono riusciti a fermare l’auto e a bloccare i due ladri. I due, cittadini romeni di 38 e 36 anni, come poi accertato, si erano introdotti poco prima in un appartamento. Sono stati quindi arrestati perché gravemente indiziati di tentata rapina aggravata in concorso.

Anche jammer nel kit dei ladri

All’interno di due zaini in possesso degli uomini, i poliziotti hanno trovato una smerigliatrice, svariati arnesi per lo scasso ed un disturbatore di frequenza. Un secondo jammer è stato trovato all’interno dell’autovettura con cui erano giunti sul posto. E’ scattata quindi anche l’accusa per detenzione diffusione e installazione abusiva di apparecchiature atte ad intercettare impedire o interrompere comunicazioni o conversazioni telegrafiche o telefoniche. L’arresto è stato convalidato dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Roma. (eg)