Home NOTIZIE ATTUALITÀ Blak Friday, nel Lazio giro d’affari da 350 milioni. Codacons: “Occhio alle...

Blak Friday, nel Lazio giro d’affari da 350 milioni. Codacons: “Occhio alle fregature”

PRIMO SABATO DI SHOPPING SENZA OBBLIGO MASCHERINE VIE DEL CENTRO TURISTI GIORNO ASSEMBRAMENTI ASSEMBRAMENTO PIAZZA DI SPAGNA SCALINATA

Sale la febbre da black Friday, che dagli Stati Uniti è arrivata in tutto il mondo, Italia compresa. La settimana che precede dicembre è caratterizzata da un periodo di forti sconti, denominato appunto Black Friday. Una corsa all’acquisto a prezzo conveniente che riguarda anche il Lazio, come ha fatto sapere il Codacons in una nota.

Saranno circa 1,4 milioni i cittadini del Lazio a sfruttare il periodo del Black Friday, generando un giro di affari attorno ai 350 milioni di euro. Numeri che testimoniano crescita della quota di consumatori che approfitterà della settimana di sconti per anticipare i regali di Natale.

Saranno smartphone, pc, tablet e in generale l’elettronica e l’hi-tech a farla da padrone tra i prodotti più gettonati durante il Black Friday. La corsa all’acquisto non deve però spingere ad acquistare su siti non affidabili, come spiega il Codacons. Che stila una lista di regole per evitare di essere truffati:

– Acquistate solo da siti Internet sicuri, protetti da sistemi di sicurezza internazionali, riconoscibili dalla presenza del lucchetto nella barra di indirizzo.
– Acquistate solo da venditori sicuri. Controllare che nei feedback siano riportati correttamente i dati della società titolare dell’attività commerciale.
– Confrontate sempre i prezzi, sia online sia nei negozi fisici. Attenzione agli sconti troppo elevati.
– Controllate che sia riportato oltre al prezzo iniziale del prodotto anche quello finale, comprensivo di spese di spedizione o tasse.
– Controllate la data di spedizione e verificare sempre da dove viene spedito il prodotto.
– Conservate sempre una copia dell’ordine effettuato e verificate che esista la possibilità di disdirlo senza pagamento di penali.
– Sul web pagate o tramite paypal o carte prepagate (meglio evitare bonifici o carte di credito), e non comunicate mai i vostri dati personali, sia via telefono, sia via mail. Non inserite mai dati privati online.
– Ricordare che per legge la merce si può restituire quando si acquista fuori dagli esercizi commerciali fisici entro 14 giorni.
– Per gli acquisti online verificare le condizioni di recesso applicate dal venditore online e ricordate che la garanzia vale anche per i prodotti acquistati online.- Se il prodotto o il servizio acquistato hanno un difetto di conformità o di produzione avete dritto alla sostituzione o al rimborso.

G.