Home NOTIZIE ATTUALITÀ Taxi, USB contro la Giunta Capitolina: “Abbiamo inviato una diffida ad adempiere”

Taxi, USB contro la Giunta Capitolina: “Abbiamo inviato una diffida ad adempiere”

immagine di repertorio

USB-Taxi non ci sta, chiede alla Giunta Capitolina di dare attuazione dell‘articolo 29 (accesso ZTL per vetture NCC provenienti da altri Comuni) e per questo ha inviato una diffida ad adempiere alla Giunta stessa.

USB-Taxi ha infatti fatto sapere che da tempo ha sollecitato (a partire dall’insediamento) la Giunta, l’Assessore e la III Commissione affinché applicassero l’articolo 29. “Sempre senza risposta – si legge in una nota – in diverse proteste (e noi ne abbiamo fatte) sollecitavamo quanto necessario. La Giunta Capitolina, previo parere della Commissione Permanente Mobilità, deve (svegliarsi) stabilire le modalità e le procedure per il rilascio dell’autorizzazione necessaria per l’accesso alle ZTL”.

Il sindacato contesta inoltre alla Giunta quello che definisce un’evidente disparità di trattamento di cui siamo vittime come tassisti. “Tutti ricorderanno il ricorso presentato da USB-TAXI riguardo la TARIFFA, in quel caso nessuna sospensiva, anzi il Comune sollecitava addirittura le officine ad accelerare le operazioni di modifica del tassametro. Noi abbiamo fatto, ricorso al TAR con procedura urgente, ricorso al Consiglio di Stato, eppure nonostante questo lavoro e impegno, nessuna sospensione neppure temporanea”, scrive USB-Taxi.

“Tornando alla nostra diffida – si legge ancora nella nota – per la quale scaduti i tempi ordinari seguirà una denuncia alla Procura della Repubblica, abbiamo elencato il danno anche in termini economici che questa gravissima negligenza sta determinando, e le possibili tensioni sociali che a fronte di questa situazione si determinano”.

G.