Home NOTIZIE Il successo dei metodi di pagamento digitali

Il successo dei metodi di pagamento digitali

Gran parte dei beni e dei servizi disponibili oggi sul mercato è oggetto di transazioni digitali. I pagamenti che avvengono tramite strumenti cashless coprono dunque un volume d’affari sempre più imponente, sfruttando tecnologie sicure e criptate, che garantiscono velocità ai movimenti di denaro e tranquillità negli acquirenti. Lo scopo della diffusione di questi metodi di pagamento tuttavia non è solo quello di agevolare i consumatori, ma anche quello di rendere più tracciabili gli spostamenti di denaro, che possono essere oggetto di attenzione da parte delle autorità.

Il boom dei portafogli elettronici

In un gran numero di contesti, che vanno dall’associazione a un conto corrente alla gestione di somme più o meno importanti di criptovalute, il metodo di pagamento digitale che sta riscontrando un successo sempre crescente è costituito dai portafogli elettronici. In questo ramo dei pagamenti cashless sembra regnare indiscusso il nome di PayPal, che si distingue proprio per la velocità delle transazioni che è in grado di effettuare e per le spese di commissione praticamente nulle.

In questo senso, associare il metodo di pagamento PayPal all’acquisto di beni e servizi sulle principali piattaforme garantisce un’ottima velocità negli spostamenti di denaro, sia in entrata che in uscita sul conto associato all’e-wallet. Il sistema ha inoltre un’ottima resa in termini di sicurezza, rivelandosi utile e prezioso anche nella registrazione di un conto di gioco nelle sale con slot online con soldi veri. Su questi portali, la varietà di slot e intrattenimenti presenti è dunque bilanciata da ottimi sistemi che garantiscono il rispetto della privacy dei giocatori, nonché la promozione del gioco responsabile, in linea con le disposizioni italiane sul tema del gioco e con il desiderio di proteggere gli utenti registrati dai pericoli che si annidano nei casinò non autorizzati dall’ADM.

Carte di credito e prepagate

Ovviamente, gran parte dei pagamenti cashless avviene tramite l’uso di una carta, che può essere o meno associata a un conto corrente. I circuiti VISA e Mastercard rappresentano le opzioni più diffuse a livello internazionale, mentre Postepay si distingue certamente sul territorio italiano, senza tuttavia trovare molta applicazione al di fuori dei confini nazionali.

Al contrario, le prepagate sono caratterizzate da un forte limite, ossia quello relativo alla somma precedentemente caricata sulla carta stessa: alcune di queste, tuttavia, possono rivelarsi ottimi metodi di pagamento, rapidi e sicuri, nonché anonimi e adatti anche ai più giovani, purché sempre supervisionati da un adulto tramite apposita app per il monitoraggio delle spese.

In questo caso, il pagamento con la carta è reso sicuro da una molteplicità di tecnologie che garantiscono le transazioni effettuate cashless e contactless:

  • La tecnologia NFC, ad esempio, permette la comunicazione tramite Wi-Fi della carta con il POS dell’esercente.
  • Il limite per le transazioni cashless senza digitazione del PIN è salito a 50 euro, garantendo un’ulteriore impennata dell’utilizzo di questi sistemi di pagamento e una maggiore comodità degli acquirenti.

Infine, l’implementazione negli smartphone di applicazioni collegate ai conti correnti o alle carte del possessore permette al dispositivo elettronico di funzionare come un’autentica carta di credito o prepagata. Anche qui, dunque, subentra la garanzia della tecnologia NFC e dell’uso del doppio PIN, quello per sbloccare il cellulare e quello per l’autorizzazione delle transazioni.

In estrema sintesi i vecchi metodi di pagamento si stanno rivelando ormai superati: movimenti di denaro tramite bonifico o contanti stanno diventando una realtà superata, perché troppo lenti o poco sicuri. Come la grande efficienza dei pagamenti cashless e contactless sta dimostrando, il futuro è nei pagamenti digitali.